Minacce al Commissario Alfonso Cicero. La solidarietà di Venturi e del PD nisseno

1081

“Minacce, avvertimenti e ‘avvisi’ anche subdoli non sono tardati ad arrivare. Cicero non va lasciato solo in questa battaglia in favore delle imprese sane e per il bene dello sviluppo del tessuto produttivo siciliano”. Con queste parole l’Assessore Regionale per le Attività Produttive, Marco Venturi, ha reso noto alla stampa che è in corso un tentativo di intimidazione nei confronti del Commissario Straordinario delle Asi di Caltanissetta, Enna e Agrigento, per l’azione “forte e rischiosa” che il Commissario Cicero “ha intrapreso fin dall’inizio per contrastare il sistema perverso che lega certa politica malata con gli interessi della criminalita’ organizzata attraverso la compiacenza o la connivenza anche dei colletti bianchi che, non decidendo, finiscono per favorire interessi torbidi”. E proprio nei giorni scorsi Cicero ha sospeso tre dirigenti dell’Asi di Agrigento, tra cui l’ex direttore generale, Antonino Casesa, per non aver adottato atti conseguenti alle interdittive antimafia o alle informative atipiche nei confronti di aziende delle Z.I. dell’Asi agrigentina. Ed alla solidarietà dell’Assessore Venturi, che ha designato Cicero alla guida dell’Irsap.

Il Partito Democratico della Provincia e della Città di Caltanissetta “esprime solidarietà e sostegno alla rigorosa azione di risanamento amministrativo e gestionale del Commissario dell’ASI, Alfonso Cicero, oggetto di inquietanti avvertimenti e minacce, in relazione all’attività svolta nei Consorzi Industriali di Caltanissetta,Enna ed Agrigento. Insieme al Commissario Cicero il PD ha condiviso ed è stato protagonista dell’azione di denuncia della “ mala gestione “ del Consorzio ASI nisseno, che aveva partorito, tra gli altri, mostri come l’affidamento diretto del Frigomacello alla Coop,va “ Le Verdi Madonie “, l’assegnazione di centinaia di ettari di lotti industriali alla Sacci spa di Roma per un Cementificio in C/da Grottadacqua. La nomina a presidente IRSAP di Cicero, rappresenta una importante occasione per continuare nell’azione intrapresa, finalizzata a restituire fiducia e strumenti operativi e concreti di sostegno e sviluppo al tessuto della piccola e media impresa nel nostro territorio, gravati dagli effetti devastanti di una crisi produttiva senza precedenti”.

Commenta su Facebook