Migranti fuggiti dal Cara, il centrodestra a Gambino: “Dove sono finite le sue garanzie?”

122

“Non siamo delle Cassandre, ma gente pratica che sta tra la gente, che ascolta chi lavora in trincea, che ha a cuore la sorte dei nisseni e che è stanca delle prese in giro. Abbiamo manifestato pacificamente ma compatti e decisi la settimana scorsa perché eravamo sicuri che questa scelta decisa dal Governo nazionale tramite il prefetto e avallata dal sindaco Gambino, si sarebbe rivelata una vera e propria bomba ad orologeria che poteva esplodere da un momento all’altro”. E’ quanto affermano gli epsonenti del centrodestra nisseno a seguito dell’allontanamento di un centinaio di migranti dal Cara di Pian del Lago dove si trovavano per svolgere il periodo di quarantena obbligatorio. A firmare la nota sono Fabiano Lomonaco (Fratelli d’Italia), Pietro Milano (Forza Italia), Toti Petrantoni (Caltanissetta Protagonista), Gianluca Bruzzaniti (UDC), Patrizia Battello (Lega) e Paolo Mattina (Diventerà Bellissima).

“Ci dica adesso il Sindaco Gambino dove sono finite le sue garanzie, le certezze che dalla quarantena non sarebbe uscito nessuno degli immigrati ospitati al CARA di Pian del Lago Le sue ultime dichiarazioni poi sono allucinati e farneticanti. Ci vuole prendere ancora in giro Adesso fa finta di fare la voce grossa e dice che non vuole più immigrati in città? Ha già cambiato idea in sette giorni? O si è reso conto della brutta figura che sta facendo in queste ore. Non vogliamo delle scuse caro Gambino, devi dimetterti per la tua inadeguatezza al ruolo di Sindaco e per l’irresponsabilità verso la salute dei nisseni”.

Commenta su Facebook