Miccichè si difende a tutto campo. Ascolta l’intervista all’assessore

3556

“E’ da un po’ che non attraverso momenti buoni forse perchè la mia azione di risanamento del settore più delicato, sta dando fastidio a qualcuno”. L’assessore regionale alla Famiglia, Gianluca Miccichè in una lunga intervista a Radio CL1 che potete ascoltare sotto, replica al servizio delle Iene e annuncia che non intende dimettersi.

“Un video costruito ad arte da un giornalista che cercava lo scoop, che utilizzava due ragazzi disabili per creare un caso nazionale. Io non ero in assessorato. La macchina usciva senza di me perchè non ero negli uffici, non potevo uscire dal balcone con la corda. Uno spot pre-elettorale per creare un caso nazionale”, afferma Miccichè.

Ascolta l’intervista all’Assessore Gianluca Miccichè andata in onda nella rassegna stampa di Radio CL1

“Ho solo un motivo di chiedere scusa, a prescindere dalla mia assenza o presenza, il dato di fatto è che la nostra struttura non poteva tenere giù questi ragazzi e sto prendendo provvedimenti, ma me ne assumo la responsabilità, proprio perchè non fuggo né dalle telecamere né dalle responsabilità”.

Niente dimissioni. “Non assecondo chi chiede le dimissioni per un fatto politico, perchè non ho fatto nulla, non ho commesso alcun reato, non ho rubato, ucciso o fatto abusi, ho soltanto mancato ad un appuntamento di cui non  sapevo l’esistenza”.

Infine una replica al deputato Giancarlo Cancelleri, nisseno come lui, che lo aveva pesantemente apostrofato su facebook.

“Ho letto le frasi di Cancelleri, non voglio replicare perchè mi è sufficiente ciò che gli ho detto a quattrocchi quando ci siamo incontrati in commissione per fare il nostro lavoro. Io per fare il mio lavoro lui non so a fare cosa. Mi è stato sufficiente la sua risposta, guardarmi con il pallore in viso ed abbassare gli occhi. Il caso per me si è chiuso perchè sono frasi che si commentano da sole di fronte ad un’evidente falsità”.

contattato dalla nostra redazione il deputato del Movimento 5 Stelle non conferma però questa ricostruzione.

“Ci siamo visti in commissione – afferma Cancelleri – e lui ha cercato di smarcarsi ma non c’è riuscito. Non è stato un incontro a quattrocchi, non era solo con me, ma davanti ad altri colleghi. Il discorso comunque sarà chiuso quando lui avrà dato assistenza ai fratelli Pellegrino”.

Commenta su Facebook