Mercato immobiliare. A Caltanissetta le quotazioni più basse della Sicilia, 586 euro a metro quadrato

1311
Secondo l’Agenzia delle Entrate, lo scorso anno, mentre le transazioni sono state in costante aumento in Sicilia (33.819 le compravendite effettuate in totale nella nostra Isola, in crescita del 12,44% rispetto al 2015), le quotazioni delle abitazioni sono scese nell’Isola.
Il valore medio delle quotazioni delle città capoluogo siciliane, riportato dall’Agenzia per il 2016, è stato in calo del 3,23% rispetto alle cifre del 2015 (1.173 euro per metro quadro).
Ribassi più marcati per le città di Agrigento (968€/m2, in calo del 6,01%), Catania (-4,20%, 1.251 €/m2) e Palermo (-3,58%, 1.258€/m2).  Diminuzioni considerevoli anche a Messina (1.324€/m2, -2,28% rispetto al 2015), e Trapani (850€/m2, in calo dell’1,64%). Diminuzioni registrate anche a Enna (1.363€/m2, – 1,56% rispetto al 2015).  Le quotazioni medie più basse, infine, si sono registrate nelle città di Siracusa (992€/m2, in calo dell’1% rispetto all’anno precedente), Ragusa (972€/m2, in calo del 3,6% rispetto al 2015) e Caltanissetta (con una quotazione media di 652€ al metro quadro, in calo dell’1,12% rispetto all’anno precedente).
Stando al report, poi, nel resto delle province si sono registrate quotazioni medie sono ancora più basse rispetto ai singoli capoluoghi siciliani.
I valori più alti rispetto alla media regionale (788 €/m2, -1,17% rispetto al 2015), si sono registrati nelle provincie di Messina (993€/m2, -1,12%), Trapani (931€/m2, – 1,11%) e Catania (845€/m2, – 2,65%). Quotazioni in calo anche a Palermo (733€/m2, – 2,32%), Ragusa (782€/m2, 2,15%), Agrigento (618€/m2, – 2,53%), Enna (727€/m2, -0,45%) e Siracusa (703€/m2, -0,43%). Nella provincia di Caltanissetta, ancora una volta, le quotazioni medie più basse: appena 586€ a metro quadro, in calo dell’1,53% rispetto all’anno precedente.
Commenta su Facebook