Memorial Nuccia Grosso: processo ad Antigone

363

“Colpevole per aver disobbedito alle leggi che impedivano la sepoltura ai traditori dello stato. Con la consapevolezza del fatto che chi lo avesse commesso, sarebbe stato condannato a morte”.

Con questa motivazione gli studenti del liceo Paritario Piero Mignosi, guidati dalla professoressa Barbara Arturio e supportati legalmente dall’avvocato Salvatore Baglio dovranno convincere la corte a condannare Antigone portando come testimoni Creonte, Ismene ed “una sentinella”.

Spetterà agli studenti del liceo Volta guidati dalla professoressa Maria Giulia Palermo col supporto legale dell’avvocato Alberto Salpietro, invece dimostrare che il personaggio della tragedia di Sofocle è innocente avvalendosi delle testimonianze della stessa Antigone, di Tiresia e di Euridice.

Commenta su Facebook