Memorial Nuccia Grosso, gli studenti indossano la toga. Per la nona edizione il “processo” a tre donne della storia

Torneranno ad indossare la toga gli studenti delle scuole superiori che parteciperanno alla nona edizione del premio alla cultura memorial Nuccia Grosso. Dopo un anno di stop a causa del covid si accendono i motori della manifestazione per ricordare la giornalista.

Idea condivisa dall’assessorato alla cultura e dall’ordine degli avvocati di Caltanissetta. Gli studenti degli istituti di scuola superiore coinvolti dovranno creare un collegio di avvocati per rappresentare “l’accusa” o la “difesa” di personaggi della storia. Sotto processo andranno tre donne.

Elena di Troia: Imputata di cui all’art. 243 cp per aver provocato la guerra di Troia, tradendo Sparta, la sua patria, fuggendo con Paride Principe di Troia, dopo avere abbandonato il marito Menelao. Commesso in Sparta.

Maria Tudor detta la Cattolica o la Sanguinaria: Imputata del reato di genocidio di cui all’art. 6 dello Statuto della CPI e delle norme consuetudinarie internazionali attualmente in vigore, per avere fatto giustiziare almeno trecento oppositori religiosi professando la religione cattolica. Reato commesso in Inghilterra durante il suo Regno,

Gertrude Monaca di Monza: imputata dei reati di cui agli artt. 110, 589 cp e artt. 110, 605 cp e art. 61 n. 5 cp per avere tramato assieme al suo amante, Gian Paolo Osio (Egidio), l’eliminazione di tre suore testimoni della loro relazione proibita e per avere, in concorso con Egidio, Don Rodrigo e l’Innominato portato a termine il sequestro di persona ai danni di Lucia Mondella.

Gli studenti saranno affiancati da un avvocato facente parte dell’Aiga ( associazione giovani avvocati sezione di Caltanissetta), che ha dato il patrocinio al concorso. In questo modo ogni istituto avrà un avvocato di supporto per studiare le strategie difensive o accusatorie.

I processi si svolgeranno Sabato 12,19,26 Marzo. Il galà si celebrerà ad Aprile al teatro Margherita di Caltanissetta dove si premieranno rispettivamente: la migliore arringa difensiva o accusatoria (terzo, secondo, primo) a cui andranno premi per un ammontare di mille euro. Per il galà si attribuiranno anche dei riconoscimenti per il libro dell’anno, la promozione del territorio ed l’iniziativa dell’anno.

Commenta su Facebook