Meditazione Sahaja Yoga alla comunità La Ginestra per donne vittime di abusi e dipendenze

638

Due mesi di incontri per portare pace e sostegno a venti ragazze socialmente svantaggiate e con problemi di alcool e droghe. I corsi sono stati tenuti dalle volontarie dell’associazione SY Sicilia, partner dell’Unesco Center for Peace

Portare sostegno e pace interiore alle donne vittime di violenza e con un passato segnato dalle dipendenze. Si è svolto alla comunità terapeutica “La Ginestra”, a Caltanissetta, un corso di meditazione organizzato dall’associazione culturale Sahaja Yoga Sicilia, rivolto a venti ragazze socialmente svantaggiate e con problemi di droghe e alcool. Gli incontri, interamente gratuiti, sono stati tenuti dalle volontarie nissene dell’associazione culturale, che hanno proposto diverse tecniche di meditazione e musicoterapia secondo il metodo Sahaja Yoga, partner ufficiale dell’Unesco Center for Peace, per acquisire una maggiore consapevolezza del proprio sè e raggiungere assieme uno stato di gioia e pace interiore.

In tutto si sono tenuti sei incontri dal 3 aprile al 22 maggio. Il corso ha spaziato dall’esperienza della cosiddetta “Realizzazione del Sé” della tradizione yoga alle tecniche della musicoterapia indiana, per ritrovare equilibrio e benessere a livello fisico, mentale ed emozionale. Sono stati introdotti i principi della meditazione e l’utilizzo degli elementi naturali per rafforzare il proprio sistema energetico interiore.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dalla responsabile della comunità, Adele Emanuela Cutaia. Già dal primo incontro, le giovani ospiti della Ginestra hanno dimostrato interesse e manifestato cambiamenti nell’attenzione e nella percezione di se stesse. Al termine del percorso le ragazze hanno sottolineato come l’esperienza vissuta sia stata positiva e le abbia già aiutate a riequilibrarsi, esprimendo il desiderio di continuare a meditare per riuscire a trovare la propria pace interiore.

La Ginestra, nata nel 2003, è una comunità terapeutica che accoglie donne socialmente svantaggiate e con problemi di dipendenza da droghe e alcool, anche in condizioni di gravidanza o con figli, provenienti da ogni regione d’Italia. La struttura è gestita dall’associazione onlus “Casa Famiglia Rosetta”, fondata a Caltanissetta negli anni Ottanta da Don Vincenzo Sorce (Serradifalco 1945 – 2019).

Sahaja Yoga (dal sanscrito,“yoga spontaneo”) è un metodo di meditazione sviluppato nel 1970 da Shri Mataji Nirmala Devi (India 1923 – Italia 2011) e oggi diffuso in oltre centodieci Paesi del mondo. In Italia è presente con l’associazione di promozione sociale Sahaja Yoga Italia APS e viene proposto come forma di volontariato in vari ambiti (scuole, aziende, carceri, ospedali, università). Il metodo Sahaja Yoga è scelto come partner ufficiale dell’Unesco Center For Peace: “Se non c’è pace dentro di noi – si legge nelle motivazioni – come possiamo sostenere la pace globale?”. L’Associazione culturale no profit Sahaja Yoga Sicilia organizza corsi gratuiti di meditazione a Palermo, Catania, Agrigento e Caltanissetta. Per informazioni consultare il sito Sahajayogasicilia.it e la pagina FB Sahajayogasicilia.

Commenta su Facebook