Mazzarino. Lite tra connazionali, Rumeno accoltellato. Carotide sfiorata di 1 millimetro

910

Cosma-antonI carabinieri di Riesi (Caltanissetta) hanno sottoposto a fermo Anton Cosma, romeno di 24 anni. Il giovane e’ accusato del tentato omicidio ai danni di un connazionale, giunto in fin di vita all’ospedale di Mazzarino. Cosma e’ stato bloccato dai militari mentre, con le valigie in mano, tentava di allontanarsi a piedi da Riesi lungo la statale 190.

L’allarme e’ scattato dopo l’arrivo al nosocomio di un romeno in gravi condizioni, ferito con diversi colpi d’arma da taglio, i piu’ gravi al torace ed al collo. In particolare, la coltellata al torace aveva perforato il polmone causando un versamento esterno, mentre quella al collo si era fermata a un millimetro dalla carotide. I militari si sono cosi’ recati nell’abitazione della vittima, dove e’ arrivato anche Cosma, con il volto tumefatto. Ai carabinieri ha riferito di vivere anche lui li’ e di essere stato vittima dell’aggressione, ma non e’ riuscito a fornire particolari utili all’identificazione degli aggressori.

A tentare il depistaggio e’ stata anche la vittima. Il cittadino romeno ha raccontato agli investigatori di essere stato aggredito mentre era in compagnia dei suoi conquilini da tre connazionali armati di bastone, ma anche lui non ha saputo fornire elementi utili alla loro identificazione, giustificandosi con il fatto di essere ubriaco al momento del pestaggio. Le immagini di un sistema di videosorveglianza di un bar hanno permesso, pero’, ai militari di ricostruire l’esatta dinamica dell’aggressione, scoprendo come il ferito stesse litigando con Cosma e altri due per futili motivi legati a un ammanco di denaro. La discussione e’ poi presto degenerata sfociando nell’accoltellamento. Il fermato e’ stato rinchiuso nel carcere di Caltanissetta.

Commenta su Facebook