Massiccia operazione di controllo interforze. Presidiata Villa Cordova, stamane la Provvidenza

1717

Una massiccia operazione interforze di controllo del territorio è in corso a Caltanissetta. Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato hanno realizzato una vera e propria cintura intorno a Villa Cordova per identificare tutte le persone presenti, in particolare immigrati, presidiando tutti gli accessi.

c0408101136f88c8ce1e4815ae625c65Stamane, nell’ambito degli stessi controlli alla Provvidenza quattro stranieri sono stati accompagnati all’ufficio immigrazione in quanto privi di qualsiasi documento. Si trattava di pakistani che sono stati identificati ed hanno fatto richiesta di asilo politico.

Sono  gli effetti del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza tenutosi sabato scorso in Prefettura, a seguito dell’innalzamento dell’allerta terrorismo in Italia.

Caltanissetta, sede di Cie e di Cara, è uno degli snodi da cui passano migliaia di migranti, tramite una delle frontiere, quella del “Mediterraneo – Canale di Sicilia” ritenute tra le più “calde” al mondo dagli analisti.

Ma si tratta comunque di controlli avviati da tempo da parte delle forze dell’ordine che in tale frangente sono stati intensificati. Sopratutto per identificare il maggior numero di migranti che arrivano in città senza essere ancora “censiti”. Spesso si tratta di pakistani giunti quest’estate via terra dai Balcani.dc0267d4cb855f39671522625b04b5b7

A Novembre più di 500 persone sono state messe sui pullman e trasferite in altre parti d’Italia. A gruppi di 50 la Questura, di concerto con la Prefettura e il dipartimento delle libertà civili del Ministero del’Interno sono stati portati in altri centri d’Italia dall’Umbria alla Toscana alle Marche.

e3ffb3aa978846af63778472e7ccd2e9 f77bd947e0bc76a8b00325b8abe09750 aa3b72c52b200440afe08d003a6057d5

Commenta su Facebook