Mascherine chirurgiche a prezzo calmierato. Oggi c’è la giungla dei prezzi

263

25 milioni di mascherine chirurgiche al giorno da produrre e da vendere a prezzo calmierato di 50 centesimi, esenti Iva. E’ quanto intende fare il Governo attraverso il commissario della protezione civile Arcuri.

Al momento il mercato delle mascherine, soprattutto le Ffp2, è diventato una giungla. Ordinarle sulle piattaforme di e-commerce è possibile ma i tempi di consegna sono molto lunghi ma almeno il prezzo si è adeguato ad una maggiore offerta rispetto alle prime settimane dell’emergenza.

Acquistarle in città può riservare sorprese. Per una mascherina Ffp2 senza filtro si può arrivare a pagare anche 10 euro. Fino a 3 euro per le mascherine chirurgiche anche se in molti punti vendita questa tipologia inizia ad essere economicamente più accessibile con prezzi intorno a 1 euro.

Dell’annuncio di Conte non si conoscono ancora i tempi. Non è chiaro se la produzione nazionale possa fornire un numero adeguato di mascherine considerando che per i lavoratori ne servono mediamente due al giorno.

Intanto dopo l’annuncio del prezzo calmierato molti hanno creduto che la mascherina in quanto presidio di sicurezza fosse in qualche modo prescrivibile a carico del sistema sanitario. Nulla di più fuorviante. Le mascherine saranno vendute sul libero mercato come accaduto fino ad oggi e il prezzo (per quelle chirurgiche, ancora non si sa per le altre tipologie) sarà calmierato con un provvedimento normativo.

Commenta su Facebook