Mascherine all’aperto e al ristorante massimo in quattro. Come sarà la Sicilia in zona gialla

908

Tutti i parametri sono stati superati e venerdì il comitato tecnico scientifico decreterà l’ingresso della Sicilia in zona gialla. Le restrizioni con tutta probabilità entreranno in vigore da lunedì 23 agosto.

Torna in Sicilia l’obbligo di mascherina all’aperto. Non solo nei luoghi di assembramento come già previsto dall’ordinanza di Musumeci del 14 agosto ma ovunque per chi ha più di 6 anni. Venerdì 20 agosto il Cts nazionale analizza i parametri che da giugno sono cambiati. Non più l’incidenza dei nuovi casi sulla popolazione residente ma il tasso di occupazione dei posti letto covid negli ospedali. Parametri che l’Isola ha superato e che l’andamento crescente dei contagi giornalieri proietta ancora più in alto al punto che qualche esperto parla di zona arancione. I nuovi contagi giornalieri hanno superato quota 1.200 ieri, ai livelli di inizio aprile. I reparti ordinari sono occupati al 16,8 percento (il limite per la zona gialla è 15) e il tasso d’occupazione delle terapie intensive ha superato il 10 percento. Con la zona gialla non ci sarà il coprifuoco eliminato a giugno ma torna il tetto massimo di 4 persone sedute nei tavoli di bar e ristoranti, limite che può essere superato solo se i commensali sono conviventi. Al titolare il compito di chiedere identità e recapito telefonico. Il limite di 4 persone al tavolo sarà in vigore anche per cerimonie e matrimoni. Tutte le attività commerciali rimarranno aperte senza limitazioni.

Commenta su Facebook