Marina Castiglione a Rai Radio3, nel centenario di Leonardo Sciascia, presenta il volume “Letteratura, critica, militanza civile”

693

In copertina Marina Castiglione ed Elena Riccio.

Sullo scrittore Leonardo Sciascia, in occasione del centenario della sua nascita (8 gennaio 2021), molto è stato detto e scritto. Ma su tutto, sicuramente, spicca il volume curato da Marina Castiglione Prof. Ordinario di Linguistica Italiana all’Università di Palermo e da Elena Riccio dottoranda di ricerca, che raccoglie i contributi offerti dagli studiosi di Sciascia, a Palermo, nel corso del Convegno Internazionale  Leonardo Sciascia (1921-1989) tenutosi il 19 novembre 2019 in occasione del trentennale della scomparsa dello scrittore racalmutese.

La prof.ssa Marina Castiglione

“LEONARDO SCIASCIA Letteratura, critica, militanza civile” è il titolo del volume che uscirà martedì 12 gennaio anche se, al momento, a causa della difficoltà nella distribuzione, non si troverà nelle librerie. Scopo del volume, diviso in cinque grandi sezioni tematiche (Pensiero e metodo, Opere, Confronti, Lingua, Tradizione), rivolto in maniera specifica ai dottorandi europei, è quello di fare il punto della conoscenza di Leonardo Sciascia soprattutto presso le giovani generazioni di ricercatori che si affacciano al mondo della cultura.

A interessarsi di Leonardo Sciascia è stata anche Cristina Faloci giornalista  di “Rai Radio3 -La Lingua Batte”,  che avendo letto qualcosa sul conto di Marina Castiglione considerata, quale curatrice del volume, cassa di risonanza di Leonardo Sciascia, ha voluto intervistarla.Da questa intervista sono emersi in tutta la loro evidenza sia  lo spessore culturale di Marina Castiglione, uno dei punti di riferimento della cultura nissena, sia la professionalità e la preparazione di Cristina Faloci che con garbo, eleganza ma anche con altrettanta fermezza ha stimolato le dotte riflessioni della docente di Linguistica.E in questa intervista, che di seguito proponiamo ai nostri lettori, Marina Castiglione da profonda conoscitrice,  traccia un profilo schietto, positivamente crudo, quasi notarile, dello scrittore scomparso.

Intervista alla prof.ssa Marina Castiglione a cura di Cristina Faloci – Rai Radio3 

  Ci piace, in conclusione di queste note, riportare delle esternazioni delle due curatrici del

La giornalista di Rai Radio3 Cristina Faloci

volume. La prima, ironica ma estremamente veritiera, appartiene a Elena Riccio che nella premessa del suo contributo scrive: “Diceva Georges Clemenceau che la guerra è una vicenda troppo seria per affidarla ai generali. E Leonardo Sciascia, in una lettera a Enzo Siciliano, estendeva l’affermazione anche al sistema della letteratura: quest’ultima è affare troppo serio perché sia rimesso, senza scrupoli, alle sole mani e ai soli giudizi dei critici”.

La seconda esternazione, è di Marina Castiglione che a conclusione della sua intervista rilasciata a Cristina Faloci, aggiunge: “Oggi ci manca moltissimo una figura come Leonardo Sciascia. Ci manca proprio per il suo essere fuori da ogni ideologia e per la sua dimensione etica estranea alla faziosità che gli consentiva quella assoluta libertà di pensiero che, appunto, sento che oggi ci manca molto”.

Da parte nostra, crediamo che personaggi dalla simile connotazione caratteriale manchino a tutti coloro che, ormai forzatamente disillusi, cercano di aggrapparsi a ogni fiammella che possa lasciare una sia pur piccola speranza che di uomini come Leonardo Sciascia possano nascerne ancora.

Intervista a cura di Cristina Faloci – Rai Radio3 – “La Lingua Batte”

Intervista originale al seguente link: www.lalinguabatte.rai.it

La foto di copertina del volume e quelle al suo interno sono di Lillo Miccichè

Commenta su Facebook