Marianopoli. Furto di attrezzi agricoli. Informazione di garanzia per pregiudicato del posto.

974

Carabinieri MarianopoliI Carabinieri della Compagnia di Mussomeli con i colleghi della Stazione di Marianopoli, hanno fatto luce su numerosi furti che avevano provocato allarme tra la popolazione, perpetrati con analoghe modalità. All’effrazione delle porte d’ingresso o delle finestre seguiva l’ispezione dei luoghi con il conseguente furto di strumenti agricoli di lavoro, oggetti personali o nafta detenuta come riserva da privati cittadini e aziende agricole.

I Carabinieri della Stazione di Marianopoli, hanno quindi notificato un’informazione di garanzia emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltanissetta a firma della Dott.ssa Caruso a Giovanni Raimondo Di Marco, classe 1982, originario e residente a Marianopoli, operaio occasionale, pregiudicato, indagato per ripetuti furti aggravati.

Lo stesso Di Marco, l’anno scorso era stato sorpreso dopo aver asportato da un’abitazione di Marianopoli diversi articoli di elettronica: 2 notebook, telecomandi, pen drive e carica batterie più altri articoli d’elettronica per un ammontare di circa 1000 euro; tutta la merce, era stata occultata preso il cimitero di Marianopoli. A tradire Di Marco, questa volta, i rilievi delle impronte digitali e le testimonianze delle vittime.

All’indagato, i militari hanno contestato un furto aggravato di un compressore ed una motosega in un’abitazione di campagna, un’altra effrazione in contrada Bilici asportando parti di un trattore e nafta e poi una saldatrice, parti di strumenti agricoli e diversi litri di carburante.

 

Commenta su Facebook