Marianopoli, Casucci di Forza Italia: “Chiediamo una postazione permanente del 118”

289

Nota dell’Ing. Calogero Casucci, Responsabile Provinciale Territorio e Ambiente di Forza Italia, sulla carenza di servizi sanitari nel Comune di Marianopoli: “Ormai a Marianopoli conviene non sentirsi male a causa dei carenti servizi sanitari. Per coloro che, purtroppo, non stanno bene e avvertono un malore può iniziare una vera e propria odissea, considerato che in una città come Marianopoli con più di 1500 mutuati è presente un solo medico di base, non c’è un vero e proprio servizio di pronto soccorso, e non ci sono ambulanze. Non deve essere minimamente pensabile di rischiare la vita per l’assenza di un mezzo di soccorso e per causa della cattiva organizzazione e sostanziale mancanza di assistenza. Un cittadino di Marianopoli che avverte un malore, prima di essere condotto nel più vicino Pronto Soccorso, che è quello di Caltanissetta e che dista circa 30 km, deve aspettare per quasi un’ora che sopraggiunga un’ambulanza da fuori, e deve essere fortunato che ci sia qualcuno che gli dia immediatamente soccorso; a tutto ciò si aggiungono anche le pessime condizioni di viabilità, che fanno sì che raggiungere il primo pronto soccorso sia una vera e propria impresa. Nei casi più gravi, in cui è richiesto l’intervento di un elisoccorso, non c’è nemmeno una piazzola idonea all’atterraggio del mezzo. Tutti i vari episodi che si sono verificati in questi ultimi anni, e che si verificano ogni giorno a Marianopoli, non fanno altro che certificare l’importanza di avere almeno una postazione permanente di 118, dotata di ambulanza, che sia al servizio dell’intero territorio comunale. Nel 2018, non si può rischiare la vita per l’assenza di un mezzo di soccorso, poiché tali condizioni da medioevo sanitario non sono più accettabili. Sulla pelle della gente non sono concessi sconti a nessuna parte politica e a nessun burocrate. Tutti i cittadini, compresi gli abitanti di Marianopoli, hanno il diritto di essere assistiti dignitosamente.”

Commenta su Facebook