Manifesti funebri nei negozi del centro storico. Commercianti attaccano il sindaco per il cantiere fermo

4571

(La foto sopra è di Ettore Garozzo) Manifesti a lutto negli esercizi commerciali del centro storico, con su scritto “Prossima chiusura, per informazioni rivolgersi al sindaco Ruvolo”.

IMG_6960E’ la sorpresa che si sono trovati clienti e cittadini che giovedì mattina si sono recati in centro. Si tratta di una forma di protesta plateale per denunciare lo sconforto dei commercianti le cui attività sono a rischio sopravvivenza, dopo l’avvio del cantiere in corso Vittorio Emanuele. I commercianti si sono anche dati appuntamento per una riunione straordinaria del tavolo tecnico, il soggetto costituito da associazioni di categoria e professionisti, per fare il punto sulla situazione.

A fronte dei disagi che sono costretti a subire, i commercianti manifestano  rabbia perchè il cantiere di fatto è fermo da giorni. Dopo i lavori di rifacimento della condotto idrica, infatti, la strada è rimasta rivoltata, ma dell’inizio dei lavori non c’è tracia. Eppure, fanno notare i commercianti, si era detto che i lavori sarebbero proseguiti anche di notte.

Non tutti gli esercenti della zona hanno aderito alla provocazione di mettere in mostra un manifesto funebre nelle vetrine, imputando all’amministrazione la morte delle attività commerciali. E intanto c’è chi pensa ad azioni legali.IMG_6964

“Nessuna delle proposte degli esercenti e del tavolo tecnico è stata presa in considerazione. Più che malumore c’è sconforto”, fanno sapere.

Va detto che alcuni commercianti hanno deciso di rimuovere i cartelli dopo aver parlato direttamente con il sindaco che si è recato da loro. Hanno lamentato che i lavori sono fermi perchè mancherebbero alcune tubazioni. Il sindaco, però, ha spiegato che i lavori non sono fermi e proseguono.

Commenta su Facebook