Di Maio a Caltanissetta: “Siamo la prima forza politica del Paese, gli altri per governare dovranno venire a parlare con noi”

604

Il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, in Sicilia per la campagna elettorale, non appena giunto a Caltanissetta, è intervenuto su quanto è successo oggi a Macerata. “Faccio un appello – ha detto De Maio – a tutte le forze politiche e a tutti i leader dei partiti. Stiamo in silenzio e non facciamo la campagna elettorale sulla pelle della ragazza uccisa e dei feriti di oggi. Ho visto che è già partita la querelle tra i partiti politici a chi si accusa l’uno contro l’altro. Io faccio un appello alla sobrietà e al rispetto sia ai feriti di oggi che alla vittima di qualche giorno fa. Non è possibile che anche su una tragedia del genere si faccia campagna elettorale”.  Rispondendo ad una domande dai cronisti a proposito dei sondaggi secondo i quali la coalizione del centrodestra è data vincente, seguita da quella del centrosinistra, Di Maio ha affermato “Siamo la prima forza politica del paese. In questo momento Pd e Forza Italia non hanno il 51%, Pd e Leu non hanno il 51%, Lega e Forza Italia non hanno il 51% quindi per fare un governo dovranno venire a parlare con noi”. Poi ha anche detto che i 5 stelle non hanno impresentabili. “Lo stesso Dessì è un incensurato a differenza loro che fanno a gara a chi ha più galeotti nelle liste”. E per rilanciare l’economia, ecco come Di Maio ha risposto: “Taglieremo – ha detto – gli sprechi di questo paese e metteremo soldi in infrastrutture e politiche di sviluppo per il lavoro. Ma non lo diciamo a chiacchiere. Siamo gli unici che in questi anni si sono tagliati gli sprechi eliminando i nostri vitalizi che non prendiamo, tagliandoci gli stipendi e rinunciando ai doppi stipendi. E’ l’unica forza politica, il M5S che ha fatto questo senza aspettare una legge. Credo che abbiamo una credibilità per dire questa cosa”.

Commenta su Facebook