Mafia nei comuni, Fava "stupito". "Nessun fascicolo aperto e in cinque anni solo due informative antimafia"

1094

Il vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia, Claudio Fava si è detto “stupito per una certa sottovalutazione qui a Caltanissetta” in relazione alle infiltrazioni della mafia negli appalti e nelle amministrazioni comunali.
“La Prefetta (Maria Teresa Cucinotta, ndr.) ha assunto da un mese servizio a Caltanissetta – ha detto Fava in conferenza stampa- e non ha trovato un solo fascicolo aperto su una delle amministrazioni comunali oggetto di attenzione o preoccupazione e ci sembra strano perchè i rapporti tra le cosche e i tentativi di infiltrarsi nelle amministrazioni sono antichi e verificati sotto il profilo giudiziario, quindi è inconsueto che nessun comune fosse sotto osservazione, nessun fascicolo aperto”.
Capitolo informative antimafia
“Altra cosa che mi ha stupito – ha detto Fava – è che in 5 anni ci siano stati solo due provvedimenti interdittivi verso le imprese in un territorio che vede una criminalità organizzata che ha un’attitudine antica a mescolarsi con l’economia legale e intercettare le vie legali del denaro pubblico. Che tutto questo abbia trovato riscontro in sole due interdittive per due imprese in quattro anni – ha detto l’esponente di SEL – o è sintomo di una salute straordinaria delle imprese in questa provincia o di un metro di valutazione diverso da quello che abbiamo trovato in altre province”.

Commenta su Facebook