M5S Caltanissetta: canone di depurazione in bolletta ma il servizio non è garantito a tutti.

823

(Riceviamo e pubblichiamo) – Si è svolta sabato 31 ottobre 2015 alle ore 11:00 presso il punto d’incontro del M5S Caltanissetta in via Vespri Siciliani 91, la conferenza stampa riguardante la tematica della depurazione delle acque. Hanno partecipato oltre al consigliere comunale Giovanni Magrì, Angelo Sole e Michele Tumminelli che hanno svolto un importante lavoro di ricerca e studio delle condizioni in cui versano le zone interessate, dei depuratori e della normativa di riferimento.

Il M5S nisseno nel mese di Aprile ha presentato un’interrogazione in riferimento al canone di depurazione che numerose utenze nissene pagano nella bolletta pur non usufruendo del servizio, seguito da un esposto in Procura.

Nonostante la normativa di riferimento prevede che qualora le acque fornite non siano depurate il canone non deve essere corrisposto, con effetto retroattivo di 5 anni, non si vede a tutt’oggi  un intervento di Caltacqua al riguardo né tantomeno da parte dell’Amministrazione Comunale.

Inoltre lo stesso ente gestore è obbligato a informare le utenze che non usufruiscono del servizio, le quali avrebbero potuto chiedere l’eventuale rimborso.

“La risposta alla nostra interrogazione presentata arriva ad Agosto” dice il consigliere pentastellato Giovanni Magrì, “l’assessore Pastorello ha interessato Caltaqua la quale ha dato la disponibilità al rimborso ma chiede a me consigliere di specificare le vie interessate. Siamo all’assurdo, io consigliere ma prima ancora cittadino, devo fornire i dati che Caltaqua dovrebbe già avere; non posso e non devo io individuare chi deve pagare o meno il canone di depurazione sostituendomi all’ente gestore. Io ho segnalato la problematica, sta ora al Comune e a Caltacqua intervenire”.

Diverse le zone della Città interessate: la via Stazzone, la parte a sud di Corso Umberto I fino al quartiere San Francesco, Angeli, Saccara, Santa Petronilla.

Un depuratore funzionante in tutta la Città.

Il M5S nisseno ha predisposto un modulo per la richiesta del rimborso del canone di depurazione che i cittadini possono ritirare presso i nostri banchetti del sabato, compilarlo e presentarlo a Caltaqua .

“Siamo quasi stanchi di doverci sostituire all’Amministrazione, sono un semplice consigliere comunale che ha alle spalle un bel gruppo che lavora e studia”-  il Movimento spesso si trova ad intervenire sulle lacune che ai vari livelli si manifestano come i disagi stradali o addirittura finanziamenti,-“La riflessione conseguente e naturale che facciamo riguarda l’incapacità dell’attuale classe politica che governa la quale magari dovrebbe rivedere il proprio ruolo e dare spazio a chi invece sa fare”.

“Ringraziamo gli intervenuti de La Sicilia e TFN ma ci dispiace dover constatare il poco interesse della stampa locale verso un tema che coinvolge tutti i nostri concittadini “-conclude Giovanni Magrì”.

Commenta su Facebook