Lutto nella magistratura, si è spento Giovanni Tinebra. A Caltanissetta coordinò l’operazione Leopardo

2112

Lutto nel mondo della magistratura siciliana. Si è spento all’età di 76 anni a Catania l’ex procuratore generale Giovanni Tinebra. Era da tempo malato. Originario di Caltanissetta.
Dal luglio 1992 al 2001 è stato Procuratore della Repubblica di Caltanissetta, titolare delle inchieste per la strage di Capaci e per la strage di via d’amelia. Ma Tinebra, da capo della Dda nissena, coordinò soprattutto l’inchiesta “Leopardo”, la più grande operazione antimafia, per numero di indagati e arrestati, ma condotta in Italia a quel tempo.

Nel 2001 venne nominato al Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, incarico che ha lasciato nel novembre 2006 quando è stato nominato all’unanimità dal Consiglio Superiore della Magistratura, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Catania.

È stato vice presidente di Magistratura Indipendente e presidente del Comitato scientifico dell’Osservatorio permanente criminalità organizzata di Siracusa.
È rimasto procuratore generale fino alla pensione nel novembre 2014. Dal 2014 è stato presidente della Commissione tributaria provinciale di Catania.

Commenta su Facebook