Lotteria rigori, Nissa fuori da Coppa Italia. Ben 31 i calci piazzati per decidere la partita

520

La lotteria dei rigori, ben 21 quelli tirati da entrambe le squadre,  condanna la Nissa nel primo turno di Coppa Italia. I biancoscudati, dopo la sequenza ad oltranza dei calci di rigore, cedono in casa contro il Ravanusa dopo i due pareggi a reti bianche dell’andata e della gara di ieri al Palmintelli. Risultato 15 a 16 per il Ravanusa.

Sfortunati i nisseni ai rigori; infatti, per ben due volte, i biancoscudati hanno avuto la palla del “match Point” fallite entrambe prima da Totò La Marca, con la palla fuori di poco, e dopo da Vaccarella con il tiro del giovane nisseno calciato debolmente e parato dall’estremo difensore avversario.

I tempi regolamentari hanno regalato, invece, una gara povera d’occasione da rete con le squadre condizionate dal forte caldo. La Nissa, comunque, specialmente nella ripresa ha avuto tre buone occasioni per passare in vantaggio.

La più grossa è capitata nei piedi di Rosario Genova, al 65’, che solo davanti al portiere, a circa tre metri di distanza, ha calciato alto sopra la traversa. Dopo appena 5 minuti è la volta di Tonino Di Franco che dopo essersi liberato del diretto avversario calcia da buona posizione alto sopra la traversa. Al 84’ Milanesio sfiora il palo dopo una bella conclusione dentro l’area ospite.

La Nissa, come nella gara d’andata, ha comunque giocato sempre nella trequarti avversaria e specialmente nella ripresa, giocata in dieci per l’espulsione di Calvaruso, ha mostrato carattere con il reparto difensivo migliore in campo.

Domenica inizia il campionato con la trasferta a Canicattì.

Tabellino:

Nissa: Ammendola, La Mantia,  Vaccarella, Bognanni,  Italiano,  Milanesio, Calvaruso, La Marca (Di Maria), Genova, Di Franco Ferraro.

Ravanusa: Strano, Giarrana S., Lo Coco, Di Liberto,  Guarnotta,  Intorre,  Vangelista,  Lo Curto, Falsone,  Di Salvo,  D’Angelo.

Espulsioni: 55′ Calvaruso (N)

Commenta su Facebook