Lotta al randagismo: il Comune emana bando per coinvolgere le associazioni animaliste

734

Nuove proposte serie e concrete per arginare il fenomeno del randagismo e preservare il decoro urbano della nostra città. Pubblicato sull’albo pretorio del comune di Caltanissetta il bando per l’affidamento del servizio ausiliario di vigilanza e controllo in materia di randagismo, decoro urbano e tutela degli animali. L’avviso, emanato dalla direzione politiche sociali, è rivolto alle associazioni che al loro interno annoverano la presenza di guardie zoofile volontarie, ovvero soggetti abilitati all’accertamento di violazioni amministrative in materia. Le domande, che dovranno essere indirizzate alla Pec della direzione politiche sociali
( direzione.politiche.sociali@pec.comune.caltanissetta.it ) dovranno essere presentate entro le ore 12,00 del 20 aprile 2018. Il servizio sarà affidato tramite procedura negoziata. Con una durata sperimentale di sei mesi, il servizio verrà remunerato con la somma di 8mila euro, di cui mille euro saranno erogati a seguito di una relazione sull’attività svolta. «Si concretizza l’impegno dell’amministrazione nel contrasto al randagismo, con una serie di azioni  coordinate e mirate al rispetto delle regole e del decoro urbano che i proprietari dei cani devono  assolvere», spiega l’assessore e vicesindaco Felice Dierna. «Si tratta di una strategia complessiva – spiega Dierna – che va dal coinvolgimento delle associazioni animaliste per l’adozione dei cani
randagi ai controlli su strada ad opera della polizia municipale, adesso in collaborazione con le guardie zoofile, fino ad arrivare al protocollo d’intesa con l’Asp 2 che la prossima settimana sigleremo per la realizzazione di un presidio unico in cui effettuare microchippatura e sterilizzazioni». «La direzione politiche sociali, sulla scorta dell’atto d’indirizzo della giunta, sta mettendo in campo  una serie di azioni tra loro coordinate per contrastare il fenomeno del randagismo – spiega il dirigente Giuseppe Intilla -. L’avviso rivolto alle associazioni per il servizio ausiliario di controlli è un tassello concreto di questa strategia». L’affidamento del servizio prevede diverse attività. In primis la salvaguardia degli animali, il contrasto al fenomeno del randagismo e la tutela del decoro urbano e dell’ambiente con controlli rivolti ai proprietari degli animali ed al corretto smaltimento delle deiezioni canine. Le azioni di vigilanza rivolte agli animali d’affezione serviranno a verificare l’avvenuta microchippatura, l’obbligo di guinzaglio e/o museruola, il rispetto del decoro, abbandoni ed eventuali maltrattamenti. «Le guardie zoofile – prosegue Dierna – avranno inoltre un compito di informazione e formazione nei confronti della cittadinanza, ma anche di primo soccorso oltrechè poteri di vigilanza e sanzionatori». Il servizio, previsto in via sperimentale per sei mesi, si svolgerà settimanalmente, secondo un calendario che verrà concordato con l’amministrazione, in una fascia oraria che può andare dalle sei del mattino fino alle 24,00. Sono 470 i randagi ricoverati nella struttura convenzionata con il Comune. Centinaia sono quelli reimmessi sul territorio a seguito di controlli e sterilizzazioni. «Quello del decoro urbano legato alla presenza di cani, siano essi randagi o padronali, è un problema che tutte le città hanno – conclude l’assessore Dierna – con questo atto mettiamo in pratica le soluzioni concrete in collaborazione con le associazioni del settore».

Commenta su Facebook