Il liceo “Ruggero Settimo” ricorda i piccoli Giuseppe e Rosario uccisi dalla mafia

456

Gli alunni delle classi IV BL e IV CL del liceo Classico Linguistico e Coreutico” R Settimo” di Caltanissetta hanno partecipato a Catania alla manifestazione promossa dall’Associazione “Libera”  giorno 21 Marzo, per la XXIII  Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Nell’ambito dei seminari “Terra” e “Solchi di verità e di giustizia” gli alunni hanno riflettuto su una vittima innocente da ricordare, proprio a loro affidata: si tratta di Giuseppe Cutruneo, di 8 anni, ucciso a Niscemi il 3 agosto del 1987 insieme ad un altro bambino, Rosario Montalto di 11 anni, durante un conflitto a fuoco tra mafiosi. Dopo il corteo svoltosi nelle vie principali di Catania, nel piazzale antistante la casa circondariale alcuni detenuti e parenti di vittime di mafia hanno letto tutti i nomi delle vittime della Sicilia. Alla fine della lettura, in diretta da Foggia,  don Luigi Ciotti ha  inviato un messaggio a tutti i partecipanti. L’attività, coordinata e sostenuta dalla Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone,  è stata curata dalla prof.ssa Angela Baiomazzola.

Commenta su Facebook