Libero Consorzio, la Cisl non partecipa alla delegazione trattante e interrompe le relazioni sindacali

65

“In ordine alla convocazione della Delegazione trattante del 17/07/2020 si osserva, con rammarico, che l’ordine del giorno dei Lavori prevede, solamente, la discussione su: “Atto di indirizzo al Segretario Generale e ai Dirigenti per l’ottimizzazione degli uffici e dei servizi; integrazione direttiva Commissariale n. 42 del 28 febbraio 2020”. E’ chiaro, quindi, che vengono tralasciati dalla trattazione la conclusione degli argomenti relativi alla Costituzione e ripartizione del Fondo miglioramento servizi, la Perfomance, i criteri per le progressioni orizzontali, gli esiti dell’attività del nucleo di valutazione inerenti gli anni 2018/2019, il pagamento del lavoro straordinario. Tutti argomenti facenti parte della Delegazione Trattante che, purtroppo, è stata rinviata, più volte, a causa di motivazione da ascrivere, esclusivamente, a Codesta Amministrazione”. Lo scrivono in una nota i rappresentanti della Rsu della Cisl funzione pubblica presso il libero Consorzio: Franzone Simonetta, Pistone Antonino, Giglio Salvatore, Di Liberto Mario, Turco Gaetano.

“Considerata l’importanza degli argomenti ed il lungo tempo trascorso infruttuosamente, alfine di evitare che la Delegazione di che trattasi sia rinviata sine die, gli scriventi sono, con rincrescimento, a comunicare alle SS.LL., ciascuno per quanto di competenza, che non parteciperanno più ad alcuna Delegazione che non preveda la discussione e la definizione dei suddetti argomenti. Con la presente, quindi, si intende interrompere le relazioni sindacali in attesa della urgente convocazione della Delegazione Trattante che preveda la conclusione dei Lavori de quo. La scrivente O.S., in uno alla RSU CISL FP di Codesto Ente, si riserva, comunque, di intraprendere ulteriori iniziative sindacali, ivi compreso lo sciopero, alfine di far cessare quello che parrebbe, verosimilmente, assomigliare ad uno stillicidio”.

Commenta su Facebook