“L’eredità di Falcone e Borsellino” a trent’anni dalle stragi. A Caltanissetta la mostra dell’Ansa

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino saranno ricordati, a trent’anni dalle stragi del ’92, nel corso di un evento promosso dall’Ansa, dalla Fondazione Sicana e dalla Banca Sicana a Caltanissetta. La manifestazione si svolgerà martedì 10 maggio alle 17:00 nell’ex Palazzo delle Poste oggi sede della Fondazione Sicana, in via Francesco Crispi 25.

Dopo i saluti del presidente della Fondazione e della Banca Sicana Giuseppe Di Forti, del prefetto Chiara Armenia e del sindaco Roberto Gambino sarà proiettato il docu-film dell’Ansa “L’eredità di Falcone e Borsellino” che ricostruisce tutte le tappe della vita dei due magistrati antimafia, dall’infanzia fino alla loro fine tragica, attraverso le testimonianze di chi li ha conosciuti: da Maria Falcone e Rita Borsellino a Pietro Grasso e Giuseppe Ayala, da Leonardo Guarnotta e Antonio Ingroia ai giornalisti Francesco La Licata e Felice Cavallaro. Il ruolo di Falcone e Borsellino nella lotta alla mafia sarà ricordato nel corso di un dibattito con il Procuratore di Caltanissetta Salvatore De Luca e il consigliere della Corte d’Appello Giovanbattista Tona che sarà coordinato dal responsabile della redazione siciliana dell’Ansa Francesco Nuccio. Al termine si svolgerà la cerimonia di apertura alle visite della mostra fotografica dell’Ansa “L’eredità di Falcone e Borsellino”, inaugurata nel 2012 a Palermo dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che in questi anni è stata allestita nel Palazzo di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, al Parlamento Europeo di Bruxelles, all’Assemblea regionale siciliana e in altri luoghi istituzionali. La mostra, che raccoglie non solo le foto dell’archivio Ansa ma anche alcuni scatti privati dell’album di famiglia, potrà essere visitata dagli studenti delle scuole nissene, dopo essere stata in tour negli istituti di tutte le regioni italiane.

Commenta su Facebook