L'elisoccorso dimezzato. Consiglieri VI commissione a Palermo. Problema solo economico.

675

VI commissione sanitàQuesta mattina i consiglieri comunali Davide Campisi, Oscar Aiello, Antonio Favata e Lorenzo Tricoli, in rappresentanza della VI Commissione, si sono recati a Palermo per incontrare il Dirigente del Servizio di Emergenza dell’Assessorato Regionale della Salute, Letizia Diliberti, al fine di verificare se vi siano le condizioni per scongiurare la chiusura del servizio notturno dell’elisoccorso nisseno.

La Dirigente dell’Assessorato ha chiarito alla delegazione nissena che il contratto stilato, valevole nove anni, che di fatto dal primo luglio porta il servizio da H24 ad H12, è un contratto aperto e modificabile, e se la Giunta Crocetta riesce a rimpinguare il budget di ulteriori 1milione e 600mila euro, il servizio H24 potrà essere ripristinato.

La cosa grave di cui sono venuti a conoscenza i Consiglieri Comunali durante l’incontro è che, oltre al servizio di elisoccorso, anche il servizio antincendio è passato ad H12, ciò significa che l’eliporto dell’Ospedale Sant’Elia resterebbe interdetto durante la notte anche a tutti gli altri elisoccorsi. Cioè, anche gli elicotteri delle province che hanno il servizio di elisoccorso H24, durante la notte non potranno atterrare nell’eliporto di Caltanissetta.

La dott.ssa Diliberti ha comunicato ai Consiglieri Comunali che ha già mandato una memoria agli organi di governo regionali, evidenziando la situazione dell’elisoccorso nisseno.

I componenti della sesta Commissione, di ritorno da Palermo, hanno già fatto sapere che relazioneranno sull’esito dell’incontro al Presidente del Consiglio Comunale e ai Capigruppo, chiedendo loro di fissare un incontro direttamente con il presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Commenta su Facebook