Legambiente scopre un’altra discarica, questa volta vicina al Castello di Pietrarossa. A segnalarla i residenti

112

Sabato scorso Marco Lunetta e Ivo Cigna del Direttivo di Legambiente Caltanissetta, insieme ad alcuni cittadini residenti della zona Angeli, hanno svolto un sopralluogo per verificare quanto segnalato circa l’esistenza di una discarica abusiva lungo una stradina laterale di via Castello di Pietrarossa.

“Durante il sopralluogo si è verificata la presenza di diversi cumuli di rifiuti speciali che da una prima osservazione sembrano costituiti da sfabbricidi, eternit, rifiuti informatici, carrozzerie di auto ed ingombranti. Alcuni dei presenti hanno raccontato che questa situazione perdura da anni ed è in particolare peggiorata da quando degli ignoti hanno rubato una catena che impediva l’accesso alla stradella in questione. I proprietari/residenti hanno fatto inoltre presente di non essere tutt’oggi a conoscenza di chi ha la responsabilità diretta della stradella di servizio, che a loro dire sarebbe a servizio dei loro stessi terreni e anche del demanio. Quest’ultimo avrebbe infatti dovuto realizzare in quell’area un Parco urbano”.

I residenti e i proprietari chiedono dunque di sapere come tutelarsi da queste discariche incontrollate e dal conseguente ulteriore degrado dell’area; a tal fine si rendono disponibili a realizzare, anche a spese proprie, un cancello e se necessario un impianto di videosorveglianza. Sugli esiti del suddetto sopralluogo sono stati informati, attraverso PEC, il Sindaco Roberto Gambino, l’Assessore all’Ambiente Marcello Frangiamone e il Comandante della Polizia Municipale di Caltanissetta Diego Peruga. A questi ultimi si è chiesto di realizzare i dovuti accertamenti e le attività conseguenti, anche finalizzate alla repressione del fenomeno di abbandono abusivo di rifiuti, ma anche alla necessaria ed urgente bonifica dell’area.
“In queste ultime settimane come Legambiente abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di abbandoni illeciti di rifiuti nei posti più disparati della Città e della sua zona sub-urbana. A tal riguardo, con la presente, chiediamo al Sindaco di mettere in atto tutte le azioni e le sinergie necessarie per fare funzionare meglio i controlli e la repressione di tali comportamenti degradanti. A riguardo Legambiente Caltanissetta e i suoi volontari si rendono disponibili”.

Commenta su Facebook