L'eco fontana a Delia è un successo da 6 cent a litro

1091

Grande successo per l’Ecofontana” di Delia. Ad un mese dalla sua inaugurazione il bilancio è più che positivo: erogati 20 mila litri d’acqua. Vendute più di 600 schede.

La casa dell’acqua del sindaco è stata la prima iniziativa nella provincia di Caltanissetta per consentire ai cittadini di potersi fornire di acqua fresca potabile ad un costo molto basso, grazie ad un impianto tecnologicamente avanzato, realizzato dalla “Water Project 2 G e gestito dalla cooperativa senza fini di lucro Ecofutura.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Gianfilippo Bancheri. <<Non ho mai avuto alcun dubbio sulla bontà dell’iniziativa e sul fatto che i cittadini l’avrebbero accolta favorevolmente. I risultati raggiunti mi hanno dato ragione. Sono più che contento anche sotto il profilo ambientale. Il fatto che i cittadini abbiano sposato positivamente l’iniziativa ha fatto registrare anche una riduzione dei consumi di plastica con risvolti positivi per l’ambiente e la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. L’acqua è un bene comune. E a Delia l’acqua buona c’è>>.

<<Credo – ha detto da parte sua l’assessore alla Cultura, Carmelo Alessi – che il successo della “Casa del sindaco” stia dando anche un forte contributo ai giovani sia perché rappresenta un esempio di buon uso della risorsa acqua sia per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente e della raccolta differenziata nel nostro paese. Da questo punto di vista l’Ecofontana è stata un investimento sotto il profilo educativo e culturale>>.

L’acqua dell’Ecofontana costa sei centesimi di euro a litro. Si tratta di acqua potabile trattata, detta “naturizzata”, che viene fornita liscia o frizzante nell’impianto di piazza Toronto. L’acqua si preleva dai rubinetti dell’impianto inserendo una carta elettronica che si può avere gratuitamente.

<<Per mantenere l’acqua più a lungo, preservandone i parametri di qualità, sarebbe opportuno – dice il sindaco – prelevare l’acqua utilizzando bottiglie di vetro da un litro>>.

Commenta su Facebook