Leandro Janni e l’enigmatico pupazzo di via Rosso di San Secondo: “Un giovane guerriero metropolitano”

1112

Comunicato stampa a firma di Leandro Janni che dà una sua personale interpretazione al significato del pupazzo che da ieri è appeso sotto il ponte di via Rosso di San Secondo:

Il salotto buono_2017Ancora una stranezza, un enigma nei pressi del Liceo Classico “Ruggero Settimo” di Caltanissetta. Ricordate il “salotto buono” depositato sul ponte del Liceo nei primi giorni del 2017? Di fatto un banale rifiuto ingombrante di tipo domestico, ma anche, a ben vedere, una sorta di triste metafora della politica (nissena). Bene: adesso, a fine anno (2017), sotto lo stesso ponte del “Ruggero Settimo” è apparso un singolare, enigmatico personaggio antropomorfo. Umanoide? Ectoplasma? Rettiliano? Tartaruga Ninja? Johnny 5? Luminaria contemporanea? Miracolo?

A me appare come una sorta di giovane guerriero metropolitano fosforescente, dotato di scudo (casco) e lancia. La lancia è rivolta verso l’alto. Un’altra metafora? Un messaggio? Forse i “giovani guerrieri” di questa Città, di questo Paese hanno deciso di cambiare le cose, di fare la rivoluzione? Insomma, basta con vecchie poltrone e statici divani, adesso è l’ora delle lance e delle spade? … Mah! … Chissà cosa ci riserva il futuro? Chissà cosa faremo? Chissà cosa saremo? Umani e non.

Commenta su Facebook