Leandro Janni: “Calmanissetta, l’estenuante lentezza di una città”

325

Nell’ambito dei setta (CalmaNissetta sarebbe opportuno dire). Di una lentezza estenuante. insopportabile. Nient’affatto piacevole e
rilassante – gentile “profeta della lentezza” Pasquale Tornatore.
Persino le piccole, semplicissime cose diventano complicate.
Irrisolvibili. E tutto questo, nei cittadini, non può che generare
frustrazione, scoramento. Rabbia.

Mi riferisco, in questo caso, alla dismissione, assai tardiva, dei grandi
banner pubblicitari (piuttosto discutibili) relativi alla tappa nissena
del “Giro d’Italia”, affissi sulla bella e austera facciata
neoclassica di Palazzo del Carmine e, soprattutto, mi riferisco ai fori
prodotti dalla ditta installatrice per fissare e reggere – appunto –
tali banner.

Alcune settimane fa, quale esponente di Italia Nostra, fui costretto ad
occuparmi della questione, realizzando un veloce rilievo fotografico. Il
dirigente tecnico (Direzione II) del Comune, ing. Giuseppe Tomasella,
Nell’ambito dei servizi offerti ai cittadini, tutto è lento, lentissimo
nella nostra Caltanissetta (CalmaNissetta sarebbe opportuno dire). Di una
lentezza estenuante. insopportabile. Nient’affatto piacevole e
rilassante – gentile “profeta della lentezza” Pasquale Tornatore.
Persino le piccole, semplicissime cose diventano complicate.
Irrisolvibili. E tutto questo, nei cittadini, non può che generare
frustrazione, scoramento. Rabbia.

Mi riferisco, in questo caso, alla dismissione, assai tardiva, dei grandi
banner pubblicitari (piuttosto discutibili) relativi alla tappa nissena
del “Giro d’Italia”, affissi sulla bella e austera facciata
neoclassica di Palazzo del Carmine e, soprattutto, mi riferisco ai fori
prodotti dalla ditta installatrice per fissare e reggere – appunto –
tali banner.

Alcune settimane fa, quale esponente di Italia Nostra, fui costretto ad
occuparmi della questione, realizzando un veloce rilievo fotografico. Il
dirigente tecnico (Direzione II) del Comune, ing. Giuseppe Tomasella,
incontrato proprio mentre scattavo le foto, non senza destrezza, mi aveva
assicurato un intervento di ripristino della facciata assai prossimo.
Anzi, immediato. Oggi, 23 agosto 2018, prendo atto che non è stato ancora
effettuato tale intervento.

Cos’altro altro dire? Ecco, questo si può dire: i policromi gerani in
plastica sono sempre là. Appunto. Sulle balconate in pietra gialla di
Palazzo del Carmine. E là resteranno. Indecorosamente. Un’ultima cosa:
le foto dei fori sulla facciata di Palazzo del Carmine le ho cestinate
dopo alcuni giorni, illusoriamente convinto del pronto e doveroso
intervento di restauro da parte del Comune. Ad maiora!

Leandro Janni – Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia proprio mentre scattavo le foto, non senza destrezza, massicurato un intervento di ripristino della facciata assai prossimo.
Anzi, immediato. Oggi, 23 agosto 2018, prendo atto che non è stato ancora
effettuato tale intervento.

Cos’altro altro dire? Ecco, questo si può dire: i policromi gerani in
plastica sono sempre là. Appunto. Sulle balconate in pietra gialla di
Palazzo del Carmine. E là resteranno. Indecorosamente. Un’ultima cosa:
le foto dei fori sulla facciata di Palazzo del Carmine le ho cestinate
dopo alcuni giorni, illusoriamente convinto del pronto e doveroso
intervento di restauro da parte del Comune. Ad maiora!

Leandro Janni – Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia

Commenta su Facebook