Le Guardie di Finanza tra i personaggi del presepe benedetto dal Vescovo Mario Russotto

il-vescovo-mario-russotto-durante-la-benedizione-del-presepe-1Si è svolta giovedì 15 dicembre la cerimonia di benedizione, da parte del Vescovo Mario Russotto, del presepe allestito presso la locale caserma della Guardia di Finanza.

Si tratta di un presepe originalissimo in cui accanto ai personaggi tradizionali, si potevano scorgere finanzieri durante lo svolgimento della loro attività di mare e di terra.

“La stella cometa – ha detto il col. Luigi Macchia al Vescovo illustrandogli il presepe –  ha come simbolo la fiamma gialla e l’albero di Natale è stato decorato con le insegne della Guardia di Finanza e del Comando Regionale”.

“È un presepe molto originale – ha detto a radio CL1 il comandante Luigi Macchia – perché al di là dei pastori che ornano abitualmente i presepi, abbiamo deciso di utilizzare dei pupazzetti che riproducono i finanzieri nelle loro varie attività da quella alpina a quella del soccorso a mare e di terra”.

Intervista al Comandante provinciale della Guardia di Finanza col. Luigi Macchia

Accanto alla culla di legno con il bambino Gesù,  al posto di Giuseppe e Maria, due finanzieri, un uomo e una donna, quasi a simboleggiare la

protezione della Guardia di Finanza nei riguardi del cittadino.

La cerimonia, durante la quale  S.E. il Vescovo Mario Russotto ha pronunciato un discorso forte e cordiale nel contempo, è stata allietata

Michele Caruana, Gessica La Verde e Rosario Randazzo
M.Caruana, G.La Verde e R. Randazzo

dalla presenza di un gruppo musicale composto dal noto maestro Rosario Randazzo, dal soprano Gessica La Verde e dal violinista Michele Caruana che si sono esibiti in alcuni canti classici natalizi.

“Questo presepe – ha detto il Vescovo nel suo intervento – è molto originale perché significa attualizzare il senso del Natale. Il Natale non è un evento generico. Dio non si fa uomo genericamente per l’umanità ma per ciascuno di noi. Il Natale rompe le tenebre, le oscurità dei rapporti tra esseri umani, tra i popoli e irrompe come luce”. Ma la frase più significativa il Vescovo l’ha pronunciata dicendo che “per essere grandi bisogna farsi piccoli con il prossimo”.

E, in esclusiva, S.E. il Vescovo ha commentato questo pensiero nell’intervista che segue.

Intervista a S.E. il Vescovo Mario Russotto

il-presepe-1Particolarmente significativo  il  momento della lettura, da parte del capitano Sebastiano Rapisarda, del messaggio augurale indirizzato al Vescovo al quale è stato anche donato un quadro con la stella cometa riportante il simbolo della fiamma gialla.

Palesemente compiaciuti per l’idea originale e per la riuscita della manifestazione, il Comandante provinciale col. Luigi Macchia, il ten. Col. Eugenio Bua e il cap. Sebastiano Rapisarda instancabile organizzatore di tanti eventi che interessano il Corpo della Guardia di Finanza,  nonchè i tanti militari che hanno contribuito a far sì che l’idea insolita di inserire in un presepe i finanzieri, si trasformasse in una piacevole realtà.

Fotogallery

 

Commenta su Facebook