"Le domeniche di Legambiente". Escursioni tra passione, storia e scienza. Il 12 a Monte Conca.

766

Si è concluso con la visita alla Riserva di Monte Capodarso e Valle dell’Imera, il primo ciclo di escursioni naturalistiche organizzato da Legambiente per la stagione in corso, e che ha  visto la partecipazione di circa 150 tra soci, simpatizzanti ed alunni dell’I.P.S.A.R.S. di Mussomeli .

Le tre uscite, hanno condotto all’esplorazione di ambiti con valenze naturalistiche e paesaggistiche particolarmente rilevanti,  ed hanno contemplato la visita delle miniere Giumentaro e Giumentarello a Capodarso, al sito archeologico di Tornambè  ed alle miniere di Monte Cane a  Pietraperzia,  e della miniera Taccia Caci, ad Aragona, che ispirò alcuni racconti di Luigi Pirandello.

“La peculiarità delle nostre escursioni – sostiene il coordinatore Leopoldo Muratori – è l’inserimento di aspetti culturali differenti, in una matrice naturalistica. Il tutto con l’importante contributo di esperti, a sostegno di una fruizione ottimale dei contenuti meno comprensibili.

L’escursione a Tornambè, ad esempio, è stata valorizzata dal contributo scientifico offerto dal prof. Enrico Giannitrapani,  responsabile degli scavi archeologici, e di Andrea Cacciatore, che agli stessi ha partecipato. Peccato non avere potuto visitare il Castello di Pietraperzia,  oggetto di costosi interventi di recupero ma inagibile per i visitatori.”

La stagione escursionistica di Legambiente, proseguirà con la visita prevista per il giorno 12 maggio presso la Riserva Naturale di Monte Conca, nel territorio di Campofranco.

Gli escursionisti, guidati dagli esperti del CAI, avranno inoltre la possibilità di visitare l’inghiottitoio del fiume Gallo d’Oro. Il  pomeriggio, dopo avere degustato prodotti e piatti tipici della tradizione locale, il prof. arch. Mario Cassetti ci guiderà alla scoperta del  centro storico di Milena e delle  tipiche “Robbe”.

Commenta su Facebook