Le accuse del Polo Civico sul Consorzio Universitario. “Vogliamo vedere i bilanci, che fine ha fatto la Casa dello studente?”

Il Polo Civico apre la “battaglia” sulla gestione del Consorzio universitario, con un’interrogazione che spazia dalla richiesta di conoscere gli ultimi bilanci, alle relazioni dei revisori dei conti, dalla richiesta di una gestione più manageriale alle notizie circa gli stanziamenti promessi a gennaio 2016 dal Governo Regionale.

“Il Consorzio riveste una centralità strategica dal punto di vista dello sviluppo culturale”, scrivono i tre consiglieri, ma “la vitalità dei Consorzio oggi è messa a rischio dalla carenza di risorse”.

L’Amministrazione Comunale di Caltanissetta contribuisce nella maggior quota e tale impegno economico, gravante sui cittadini nisseni, non ha un’adeguata ricaduta in termini di sviluppo culturale e scientifico e gli stessi neo-immatricolati provenienti dagli Istituti superiori non lo sentono come una prospettiva per il prosieguo dei loro studi, visto che, ad apertura di anno accademico, manca ogni qualsivoglia pubblicizzazione dei corsi e la gestione testé conclusa non ha garantito adeguatamente la promozione e la ricerca scientifica”.

Non sfugge che l’interrogazione, firmata dai consiglieri comunali Lorenzo Larocca, Patrizia Giugno e Giada Ambra, provenga dal “partito” del Sindaco Giovanni Ruvolo, così come non appare un caso che il mandato dei vertici del consorzio, presieduto dal prof. Emilio Giammusso, sia già scaduto e si stia giocando una battaglia sul futuro dell’Ente.Accuse pesanti che il Polo Civico rivolge ai vertici uscenti, unendole ad una serie di interrogativi.

I tre consiglieri chiedono di “conoscere i Bilanci 2013-2014-2015 di detto Consorzio, al fine di rilevare se gli organi, di recente decaduti, abbiano realizzato investimenti oculati ed efficienti, mirati alle proprie finalità precipue, ossia la valorizzazione dei corsi di laurea presenti in città e l’offerta di servizi universitari utili ai docenti e agli studenti”.

Chiedono altresì di “conoscere le relazioni riferibili agli anni 2013-2014-2015 del Collegio dei Revisori dei Conti del Consorzio, composto dai dott. Fausto Luigi Assennato, Piero Ribaudo, Clementina Rosano e Gaetano Michele Scuto. Si rileva la compresenza di alcuni dei professionisti sopra riportati all’interno del Collegio dei Revisori dei Conti uscente ed entrante della stessa Amministrazione comunale, socia del Consorzio”.

Chiedono inoltre “quale sia lo stato dell’arte in merito all’apertura della Casa dello Studente” e “quali passi si stiano compiendo per incrementare le risorse a disposizione del Consorzio, soprattutto nella direzione di un impegno espresso l’11 gennaio 2016 dal Presidente Rosario Crocetta in merito ad un intervento economico specifico in Finanziaria”.

Commenta su Facebook