Lavori "Grande Piazza". Maira (Cantiere Popolare): "i soldi per i commercianti danneggiati ci sono".

577

Maira Rudi PID CantiereCon una nota inviata alle redazioni locali il deputato e capogruppo del PID-Cantiere Popolare, Rudi Maira, interviene a smentita della notizia secondo cui il Comune di Caltanissetta non avrebbe fondi per risarcire in qualche modo i commercianti del centro storico che si sono visti gravemente danneggiati dai lavori per la “Grande Piazza” che ha comportato la chiusura totale al traffico per alcuni mesi.

“Leggo sulle cronache nissene – afferma Maira – della esiguità, se non impossibilità, che il Comune di Caltanissetta intervenga a sostegno delle difficoltà che incontrano i commercianti del centro storico di Caltanissetta quale conseguenza della esecuzione dei lavori di rifacimento del centro storico della Città. Ho avuto modo già di rappresentare, seppur informalmente, alla Giunta comunale che nel corso della seduta d’Aula dell’ARS del 17-18 aprile 2012 (approvazione del bilancio della Regione per l’anno in corso) ho depositato un ordine del giorno (emendamento n. 691) , che è stato approvato ed accettato come raccomandazione dal Presidente della Regione presente in Aula, affinchè in applicazione dell’art. 1 lettera “u” della legge regionale 20 luglio 2011 n. 16 e dell’art. 120 della legge regionale n. 6 del 2001 vengano assegnati e stornati al Comune di Caltanissetta 1 milione di euro quale contributo per il rifacimento del centro storico ed euro 300.000 quale contributo straordinario a favore dei commercianti del centro storico che abbiano subito danni per effetto della chiusura prolungata del traffico per almeno un mese”.

I soldi, spiega quindi Maira, ci sono e bisogna quindi comprendere se sono stati già utilizzati e incassati dal Comune o se invece sono ancora alla Regione in quanto l’amministrazione comunale non ne ha ancora fatto richiesta. Ed altresì bisogna capire se e come li ha utilizzati o intenda utilizzarli con forme conpensative a favore dei commercianti del centro storico.

I lavori della “Grande Piazza”, intanto, proseguono abbastanza speditamente, fatta eccezione per i dieci giorni di stop al cantiere ad agosto per le ferie dell’azienda incaricata, ma difficilmente termineranno entro un mese. Per la riapertura di Corso Umberto, invece, ci vorrà certamente più di un mese.

Commenta su Facebook