L’Asp ai sindaci: tamponi in rsa e case di riposo. Gli ospedali periferici pronti ad alleggerire il carico su S.Elia e Vittorio Emanuele

172

La tematica dei contagi all’interno delle case di riposo, RSA e comunità alloggio è stata affrontata nel corso di un vertice convocato dal prefetto Cosima Di Stani con i sindaci e la direzione dell’azienda sanitaria di Caltanissetta. L’ASP conferma di aver concertato con i sindaci un piano per effettuare lo screening a tutte le strutture presenti sul territorio nisseno. Nei prossimi giorni verrà effettuata una mappatura completa e verrà eseguito il test ad ospiti e lavoratori.

Nello stesso vertice è stato affrontato il tema dei posti letto covid negli ospedali di Caltanissetta e Gela. Gli altri presidi ospedalieri periferici di Mazzarino, Mussomeli e Niscemi “rimangono a disposizione per i ricoverati non affetti da COVID e per qualunque esigenza dovesse crearsi in relazione alla crisi pandemica in atto. Al riguardo, i Sindaci dei suddetti Comuni – si legge in un resoconto della Prefettura – concordano con l’ASP nel senso di tenere in considerazione tali strutture per qualunque necessità, ivi compresa la possibilità di alleggerire, tramite spostamenti di degenti nei posti letto disponibili, la pressione sugli ospedali di Caltanissetta e Gela”.

Commenta su Facebook