Lascia moglie e due figlie l’operaio forestale Salvatore Marino. Il contratto precario firmato il 1° luglio

1243

Lascia la moglie Laura Petyx e due figlie, Raissa e Nancy, Salvatore Marino l’operaio forestale di Niscemi morto in un incidente stradale domenica mattina sulla Sp 12, mentre a bordo di una Fiat Punto di un collega si stava recando al lavoro.

Operaio-forestale-di-Riesi-581f26ea2d75c7d0309e486352b521e4I due operai, infatti, avevano deciso di viaggiare con la stessa auto perché dovevano affrontare lo stesso turno nel medesimo cantiere della forestale.

L’auto ha sbandato dopo il tentativo di evitare un gruppo di cani randagi che improvvisamente aveva occupato la carreggiata, andando a sbattere contro il muretto di cinta di una proprietà privata. Poi il ribaltamento, nel quale il passeggero ha avuto la peggio, morendo sul colpo. Per il 56enne alla guida, ferite lievi e una lussazione alla spalla.

Marino era un operaio forestale precario, ha puntualizzato il segretario FLAI Cgil, Manuel Bonaffini, “morto mentre andava a fare il suo lavoro per dare una dignità alla propria famiglia”. Un contratto che soltanto il 1° luglio aveva firmato il contratto stagionale, finalmente partito dopo tanta attesa e un lungo ritardo0

 

Commenta su Facebook