L’architettura nella città che cambia. Un convegno a Palazzo Moncada e una mostra in piazza Garibaldi

911

32559399_10216210398242143_2817116251136983040_nUn evento di grande respiro, una mostra con una scenografica installazione in piazza Garibaldi e un convegno sul ruolo delle professioni intellettuali e l’architettura nelle città che cambiano.

L’iniziativa partirà sabato 19 Maggio a Caltanissetta con il convegno “Le architetture per le città che cambiano: il ruolo delle professioni intellettuali” che sarà introdotto alle ore 9,00 dai delegati Inarcassa degli ordini di Architetti e Ingegneri, Salvatore Alù e Danilo Notarstefano. Ad aprire i lavori il sindaco, Giovanni Ruvolo, a cui seguiranno diversi interventi tra i quali gli assessori Giuseppe Tumminelli e Pasquale Tornatore, gli architetti Maurizio Oddo, docente dell’università Kore, il soprintendente ai beni culturali Vincenzo Caruso e Rino La Mendola, consigliere nazionale dell’Ordine degli architetti, i dirigenti del Comune di Caltanissetta Giuseppe Dell’Utri e Giuseppe Tomasella. Saranno presenti, tra gli altri, il presidente di Inarcassa Giuseppe Santoro e il fondatore di “Architrend” nonché ideatore della mostra, Gaetano Manganello, i presidenti degli ordini di ingegneri e architetti della provincia nissena Nuccio Cannizzaro e Paolo Lo Iacono.

La mostra “Changing Architecture” sarà ufficialmente inaugurata in piazza Garibaldi nel pomeriggio alle 17,30 dopo una seconda sessione di lavori, tavola rotonda e dibattito a Palazzo Moncada che prenderanno il via alle 15,30. “L’idea che sta alla base della mostra – spiega l’architetto Salvatore Alù – è quella di portare l’architettura contemporanea in mezzo alla gente, mostrandone i cambiamenti in atto circa le metodologie di costruzione, la tutela e valorizzazione del paesaggio, anche in relazione ai mutamenti della società, all’impiego di tecniche e materiali sostenibili”.

Attori differenti come pubbliche amministrazioni, ordini professionali, università e ricerca si siederanno insieme attorno ad un tavolo per parlare del ruolo delle professioni intellettuali. “Qual è il ruolo dell’ingegnere e dell’architetto – spiega ancora Alù – e come possono incidere sulle dinamiche sociali e sulla trasformazione dei luoghi e delle città”.

“E’ importante per il Comune di Caltanissetta ospitare una mostra e un dibattito sul presente ed il futuro dell’architettura. Una mostra di prestigio che fa di Caltanissetta epicentro di un dibattito qualificato – afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo -. La collaborazione tra istituzioni e ordini professionali può fornire utili contributi alla programmazione”.

L’evento è stato organizzato dall’ordine degli ingegneri e degli architetti della provincia di Caltanissetta con il patrocinio di Comune di Caltanissetta, Sovrintendenza ai beni culturali e Adi – associazione disegno industriale.

La mostra, con i pannelli espositivi di un metro e 40 centimetri poggiati su cavalletti alti sei metri, sarà allestita in piazza Garibaldi fino al 18 giugno. Si tratta di una raccolta di opere di architettura contemporanea progettate da architetti siciliani. Una selezione di opere e tavole di progetto provenienti da più parti dell’Isola, qualcuna da fuori, raffiguranti sia lavori pubblici che privati.

Commenta su Facebook