L’aggressione al presidente della Nissa. La società: “Vicini a Ferrante aggredito dall’ex Calvaruso”

1259

La società Nissa prende posizione dopo la violenta aggressione di domenica pomeriggio, alla fine della partita Nissa-Parmonval, ai danni del presidente Natale Ferrante. Non appena uscito dallo stadio il presidente della Nissa, Natale Ferrante, è stato raggiunto da un pugno sferrato da un giovane.

“La società Nissa, profondamente amareggiata per l’aggressione subita da Natale Ferrante fuori dallo stadio, da parte dell’ex tesserato Carlo Calvaruso, esprime l’assoluta vicinanza al proprio Presidente”. “Noi dirigenti – spiega la società in una nota – non possiamo tollerare che il presidente di una società di calcio, come la Nissa, che da sempre è impegnato alla valorizzazione dello sport nella città di Caltanissetta possa subire un aggressione da parte di un individuo che per quasi due anni ha vissuto nella nostra città nel massimo rispetto, ricevendo tutti i rimborsi con la società pattuiti, ricevendo extra compensi come premi vari, alloggiando nel massimo comfort in hotel e mangiando tutti i giorni in ristorante. Nelle prossime ore la società si riunirà per sottolineare l’appoggio al Presidente e condannare il grave fatto accaduto”. Intorno alle 17.40, al termine del match casalingo di domenica, il presidente dei biancoscudati stava dirigendosi in auto quando è stato raggiunto dall’aggressore. Ferrante, che non ha reagito al gesto, è stato poi accompagnato al pronto soccorso dove gli sono stati diagnosticati tre giorni di prognosi.

Commenta su Facebook