La tensione in città, insulti al sindaco fuori dal Comune. “La gente sappia che sono dalla loro parte”

561

Cresce la tensione a Caltanissetta, ormai in zona rossa dal 16 marzo. Ieri il sindaco Roberto Gambino, che negli ultimi giorni e’ stato piu’ volte attaccato sui social, e’ stato oggetto di invettive davanti a Palazzo del Carmine. “Uscendo dalla porta del Comune – racconta
Gambino all’Ansa – sono passati due giovani sui trent’anni a piedi, uno dei quali abbastanza nervoso, ha cominciato a imprecare contro di me. L’altra persona che era con lui lo ha fermato portandolo via. Questo e’ solo l’ultimo segnale di un clima che si sta inasprendo anche se capisco le motivazioni dovute al nervosismo per la situazione sanitaria ed economica che sta creando profondo malessere”.
“Io capisco che c’e’ chi ha dovuto fermare o chiudere l’attivita’ ma e’ una cosa che sta succedendo in tutta Italia. Vorrei che la gente capisse che io sono dalla loro parte e sono consapevole delle difficolta’ che le persone stanno vivendo. Il governo nazionale deve essere piu’ presente. I ristori sono fermi da gennaio – conclude il sindaco – e ci siamo presi il lusso di fare una crisi di governo mentre la gente non riceve un soldo e ha paura per il proprio futuro”. (ANSA).

Commenta su Facebook