La Srr aggiudica il conferimento dell’organico per 15 comuni. Il presidente Catania: “Otteniamo un risparmio del 20%”

La Srr Caltanissetta provincia Nord ha affidato il servizio di conferimento della frazione organica in impianto di trattamento per un periodo di 2 anni. All’esito di una gara espletata per conto di tutti i 15 comuni consorziati: Acquaviva Platani, Bompensiere, Caltanissetta, Campofranco, Marianopoli, Milena, Montedoro, Mussomeli, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco, Sutera, Vallelunga Pratameno, Villalba, Resuttano. Soddisfatto il sindaco di Mussomeli Giuseppe Catania, presidente del Cda della Società regolamentazione rifiuti. “Si tratta di un importante risultato raggiunto come SRR a beneficio di tutte le comunità dei 15 comuni soci, in quanto il servizio aggiudicato consentirà di avere un risparmio pari al 20%, rispetto ai costi di conferimento dell’umido sino ad oggi sostenuti (dal prossimo mese di febbraio, infatti, si passerà a un costo di

conferimento pari a 144 euro a tonnellata contro i 180/240 euro a tonnellata sostenuti oggi per il medesimo servizio. Questo significativo risultato va in linea con il grande lavoro di efficientamento organizzativo che la SRR sta portando avanti che ha consentito, nell’anno 2021, di raggiungere un importante obiettivo: tutti i 15 comuni hanno superato il 65%, percentuale di raccolta minima prevista per legge. Ciò mette al riparo i 15 comuni soci dal rischio di dover trasferire la frazione indifferenziata fuori dalla Sicilia (come chiede il dipartimento regionale ai rifiuti per qui comuni che non hanno raggiunto la percentuale minima del 65%) con dei costi decisamente maggiori rispetto a quelli attuali. Ringrazio per l’ottimo lavoro svolto i miei colleghi del Consiglio di Amministrazione, tutti gli altri colleghi sindaci che fanno parte dell’assemblea dei soci e lo staff amministrativo e tecnico della SRR SRR ATO3 Caltanissetta Provincia Nord.

Commenta su Facebook