La sparatoria per la compravendita di un auto. I Carabinieri chiudono il cerchio in poche ore

1134

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela hanno arrestato all’esito di una serrata e tenace attività d’indagine: R.R., 19 anni, gelese, già noto alle Forze dell’Ordine, per tentato omicidio aggravato plurimo e porto abusivo di arma da fuoco.

L’azione criminosa, in via Settefarine, è iniziata intorno all’una di oggi quando il giovane, per futili motivi in fase di compiuto accertamento, dopo un primo litigio con tre conoscenti, li avvicina ed inizia ad esplodere all’indirizzo degli stessi alcuni colpi di pistola, che, solo per miracolo, attingono solo uno dei tre di striscio ad una gamba. Alla base del gesto pare vi sia una compravendita di un auto andata male.

I militari dell’Arma allertati dalle chiamate dei cittadini, che avevano distintamente udito gli spari, si sono portati immediatamente sul posto e con rapidità, raccolti i primi elementi, hanno avviato una battuta di ricerca su tutto il territorio individuando il responsabile che, vistosi braccato è stato poco dopo tratto in arresto.

Il giovane è stato associato al Carcere di Gela a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Gela che dirige le indagini.

Commenta su Facebook