La “Settimana del cervello” a San Cataldo: “Benessere a regola d’arte”

1315

Dal 13 al 19 marzo 2017 anche in Italia si celebra il cervello con una settimana ad esso dedicata. San Cataldo partecipa e apre le danze, domenica 12 Marzo con “Benessere a regola d’Arte”

La “Settimana Mondiale del Cervello” è una settimana dedicata alla sensibilizzazione di giovani, adulti e anziani sull’importanza della conoscenza del più complicato e sconosciuto organo del nostro corpo. La campagna – coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa e dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati – coinvolge come ogni anno psicologi, neuroscienziati e altri professionisti del settore della salute. In Italia l’evento è animato da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica e partner ufficiale della Dana Foundation, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e di moltissime istituzioni pubbliche e private.

Tra il 13 e il 19 marzo tutto lo stivale – isole comprese – sarà animato da una serie di eventi completamente gratuiti a tema cervello che testimoniano l’entusiasmo di singoli professionisti, associazioni, centri di ricerca, cultori della materia, appassionati, pazienti, insegnanti. In programma oltre trecento appuntamenti in più di centocinquanta città italiane: laboratori interattivi, screening, mostre, cineforum, dibattiti, tour guidati nei centri di ricerca e tanto altro. L’obiettivo è rendere accessibili ai cittadini i dati della ricerca neuroscientifica, per sensibilizzare al mantenimento di una buona salute cerebrale e all’assunzione di corrette abitudini quotidiane, indispensabili per prevenire malattie.

In tutto questo brulicare di iniziative anche San Cataldo c’è e apre le danze con l’unico appuntamento del Nisseno: “Benessere a regola d’Arte”. È il Centro Studi Mentecorpo a promuovere l’iniziativa e, animato dalla voglia di parlare di salute mentale in maniera originale, creativa e accessibile a tutti, mette in campo le migliori energie per esaltare le professionalità e le associazioni del territorio.

Quale mezzo più creativo per parlare di benessere se non l’Arte? L’Arte che incontra il benessere per un benessere a regola d’Arte! È in questa ottica che nasce l’idea di una giornata interamente dedica alle discipline artistiche che trovano spazio di applicazione nella cura del benessere. L’iniziativa (completamente gratuita) del 12 Marzo sarà dunque divisa in 2 momenti.

Il primo appuntamento dal titolo “L’Arte del Contattarsi” prende forma in una mattinata laboratoriale presso la sede dell’ ADS “La Mongolfiera”, c.da Roccella, dove i partecipanti potranno sperimentarsi in uno dei quattro laboratori previsti tra Danza (a cura della danza-terapeuta in formazione J. Giadone), Teatro (a cura delle sorelle Giarratano, a Alessia e Federica rispettivamente arte-terapeuta in formazione e logopedista), Musica (a cura di Danilo Lapadura, percussionista, batterista, musico-terapista) e Fotografia (a cura di Michele Cannavò, psichiatra e psicoterapeuta). Per partecipare e necessario iscriversi all’indirizzo bawsancataldo@libero.it (posti limitati).

Il secondo appuntamento si terrà invece il pomeriggio alle ore 16:30, presso la sede dell’Associazione Disabili San Cataldo in Via Napoli, 44/c. Si tratta di un convegno dal titolo “ArtisticaMente: tra Neuroscienze e Creatività”. Una tavola rotonda su Scienza e Arte strette nell’abbraccio eterno della bellezza, sull’impatto positivo che le diverse espressioni artistiche hanno sul nostro benessere mentale e sulla qualità della vita. Interverranno: il dott. G. Giglia, neurofisiologo e ricercatore; il prof. L. Cumbo, artista e counsellor in arte-terapia; il dott. M. Cannavò psichiatra e psicoterapeuta della Gestalt e i professionisti che nella mattinata dello stesso giorno avranno condotto i laboratori esperienziali. Prenderà parte anche la referente della “Cooperativa Sociale Controluce”, dott.ssa Marta Cortese, che esporrà le esperienze “dell’arte del prendersi cura” all’interno della realtà territoriale del Gruppo Appartamento per persone con gravi sofferenze psichiche. Modera la dott.ssa Azzurra Alù, psicologa e psicoterapeuta della Gestalt.

“Un momento che permetterà all’arte e alla creatività, nelle sue varie forme, di nutrire la mente attraverso il suo essere corpo. Una cura oggi necessaria.” – così commenta il dott. Cannavò presidente del Centro Studi Mentecorpo.

“Abbiamo raccolto e riscontrato parecchio entusiasmo – commentano invece le due organizzatrici e referenti sancataldesi – Azzurra Alù, psicologa e Lucrezia Saporito, studentessa di psicologia presso l’Università degli Studi di Messina – già tantissimi sono gli scritti che parteciperanno agli eventi. Ci teniamo a ringraziare l’infinita disponibilità dell’Associazione Disabili che ospiterà in casa propria l’intera iniziativa e che insieme al Comune di San Cataldo e all’Ordine dei Medici di Caltanissetta è partner ufficiale della giornata. Crediamo possa essere motivo di vanto per la comunità che per la prima volta nella sua storia si troverà ad ospitare un evento che rientra nel prestigioso circuito della Settimana Mondiale del Cervello”

L’iniziativa sancataldese sta inoltre riscontrando parecchi consensi anche sulla vetrina nazionale e conta per il momento il numero più alto di visualizzazioni. Gli eventi sono gratuiti e alla fine dei lavori verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il calendario nazionale è costantemente in evoluzione ed consultabile sul sito www.settimanadelcervello.it e sulla pagina Facebook “Settimana Mondiale del Cervello”.

locadina ufficiale

Commenta su Facebook