La pattuglia centrista contro la gestione dell'ospedale Sant'Elia. Interrogazione contro il commissario Asp

491

ospedale sant eliaI consiglieri comunali Giuseppe Territo, Calogero Rinaldi e Giorgio Middione, del gruppo Popolari per l’Italia, e Felice Dierna, Ugo Lo Valvo e Riccardo Rizza, del gruppo UdC, hanno presentato questa mattina una interrogazione, indirizzata al sindaco Campisi, riguardante le problematiche dell’ASP di Caltanissetta.

“Le insistenti denunce, apparse sulle testate giornalistiche, dai destinatari di servizi sanitari sulle problematiche che investono la sanità nissena non possono lasciare i Cittadini indifesi a subire provvedimenti che hanno il sapore di vessazioni continue da parte della regione siciliana, in persona del suo commissario straordinario dell’ASP a Caltanissetta”, dicono in coro i consiglieri centristi, che chiedono “un forte intervento del sindaco nei luoghi deputati alla tutela della collettività e del territorio.

“Il presidio ospedaliero S. Elia di Caltanissetta rappresenta, non solo per la città di Caltanissetta, ma per tutto il comprensorio che gravita sulla struttura ospedaliera il punto di riferimento sanitario importante; La scarsa attenzione del governo regionale sul “polo”sanitario in questione, con una serie di provvedimenti adottati dal Commissario straordinario dell’ASP, stanno impoverendo le risorse umane e sanitarie della struttura ospedaliera, non rendendo possibile l’uso ottimale della stessa e rendendo impossibile assicurare servizi  e cure ai cittadin”.

“Considerato che il sindaco rappresenta la massima autorità cittadina in materia di sanità e che non può assistere al continuo decadimento della struttura ospedaliera dell’ospedale S.Elia, “i Consiglieri comunali del gruppo consiliare Popolari per l’Italia e dell’UDC interrogano per sapere quali iniziative intende intraprendere l’amministrazione per la risoluzione del problema. Se ritiene di indire urgentemente la conferenza dei Sindaci ed estendere tale convocazione al commissario straordinario dell’ASP Vittorio virgilio ed ai deputati regionali, per tutelare il presidio ospedaliero S. Elia di Caltanissetta”.

L’intervento dei consiglieri arriva dopo ripetuti allarmi su servizi he potrebbero essere soppressi, come la mensa e le cucine dell’ospedale o trasferiti, in tutto o in parte, come il reparto di otorino laringoiatria”, allarmi a cui per la verità non è seguita alcuna smentita dall’Asp.

Proprio mercoledì, la commissione regionale alla sanità dell’Ars, ha promosso a pieni voti la gestione Viriglio dell’Asp di Caltanissetta, giudizio diverso dall’esito del concorso per dirigenti Asp che l’assessorato sta espletando.

Commenta su Facebook