La Nissa supera la capolista Troina. Decisiva la doppietta di Messina e le parate del giovane Amico

2220

(di Vincenzo Di Maria) La Nissa stende la capolista Troina per 2 a 1 e vede la salvezza diretta oramai alle porte. A decidere la gara la doppietta del bomber Alessandro Messina.

ajaxmail-15Biancoscudati privi di alcune pedine importanti come Costanzo, Ammendola e Ferraro, non sono da meno rispetto agli avversari che tra coppa e campionato hanno dimostrato ampiamente di rimanere in corsa per il successo finale. A dimostrazione che la squadra di mister Sferrazza ha saputo interpretare una gara gagliarda fatta di grande attenzione in difesa, buona intensità a centrocampo e cinicità in fase realizzativa. È uscita alla fine una gara perfetta che ha permesso ai biancoscudati di tirare una boccata d’ossigeno in chiave salvezza. Da segnalare la prova superlativa del giovane portiere Amico, chiamato a sostituire Ammendola fermo per squalifica. Il giovane estremo difensore ha fatto vedere di avere grande carattere ma soprattutto grandi capacità tra i pali salvando in alcune circostanze anche il risultato.

Andando alla cronaca inizia bene il Troina con una buona supremazia del campo, al 2′ lancio in verticale per Romeo, ma il portiere biancoscudati legge in anticipo la giocata ed anticipa dal limite dell’area di testa l’attaccante pronto a centrare la porta; Al 18′ ospiti vicinissimi alla rete con Melillo che servito da Tuninetti con un lancio con l’esterno, l’attaccante supera Amico ma Italiano sulla linea salva risultato. Al 24′ ancora Troina, angolo battuto da Melillo, in area si fa trovare pronto Marletta che di testa da due passi si fa parare la conclusione da Amico che compie un autentico miracolo. Al 26′ alla prima offensiva la Nissa passa in vantaggio, lancio di Italiano per Sammartino che addomestica il pallone e serve in area Messina che di prima trafigge il portiere. Al 28′ ancora    la Nissa in avanti con Martorana, il tiro a giro dal limite termina la sua corsa alto sopra la traversa. La Nissa chiude la prima frazione di gioco avanti nel punteggio uscendo tra gli applausi del pubblico presente in tribuna.

Nella ripresa la prima conclusione verso la porta arriva soltanto al 25′ con Firingeli il tiro da 25 metri viene deviato in angolo dal portiere. Il Troina prova a spingersi in avanti con una buona cirocolazione del pallone, ma la retroguardia nissena chiude con attenzione. Al 32′ arriva il sospirato raddoppio, conclusione di Firingeli i due centrali difensivi cincischiano sul pallone ne approfitta Messina che, quasi dal dischetto, con un bolide bacia la traversa e supera il portiere. Al 37′ ci prova Adeyemo, la conclusione defilata viene deviata in tuffo da Amico che mette in angolo. Al 40′ ancora Troina con Marletta , il tiro da fuori termina di poco sopra il montante. Al 45′ arriva il gol degli ospiti sugli sviluppi di un corner, a mettere in rete è Adeyemo che solo davanti al portiere deposita in rete. Nei secondi finali a compiere l’autentico miracolo è l’estremo difensore biancoscudato, punizione dal limite di Marletta che supera la barriera ma non Amico che con una parata provvidenziale salva il risultato. Arriva così il triplice fischio finale per l’apoteosi dei giocatori e dei tifosi in tribuna.

Grande soddisfazione a fine gara di mister Sferrazza che si complimenta con i suoi ma in modo particolare con il suo giovane portiere, il compito non era facile ma si è fatto trovare pronto. Visibilmente deluso invece Pagana, la sua squadra si allontana a due giornate dal termine dal Paceco anche se restano vive sia le possibilita di vincere sia in coppa che in campionato. Ma ascoltiamo i due allenatori Alessio Sferrazza (Nissa) e Giuseppe Pagana (Troina) raggiunti a fine gara.

https://youtu.be/oWJl9xP5Cf0

Commenta su Facebook