La Nissa ottiene un buon pari dalla trasferta di Licata. Prosegue la striscia positiva dei biancoscudati

1113

(di Vincenzo Di Maria) La Nissa porta a casa un ottimo pareggio dalla trasferta di Licata, 0-0 il risultato finale. I biancoscudati, privi di alcune pedine importanti come Strano e Loggia in avanti e Italiano in difesa, mostrano il piglio della grande squadra riuscendo con una buona organizzazione di gioco ad arginare le sortite offensive gialloblu soprattutto nei primi venti minuti di gara.

ajaxmail-24L’undici guidato da mister Sferrazza é riuscito di fatto a neutralizzare gli avversari grazie ad una migliore circolazione della palla e ad una buona intensità di gioco nella linea di centrocampo e difesa.

Andando alla cronaca, padroni di casa più intraprendenti con il trio d’attacco Settecase – Manfre – Iannizzotto che si rendono pericolosi in più di una occasione. Al 17′ bella la giocata di Settecase che semina gli avversari serve Manfre che in area conclude debolmente tra le braccia del portiere Pandolfo. Un minuto più tardi ci prova ancora Settecase su punizione, che trova in area Maltese che per ben due volte si fa ipnotizzare da Pandolfo che compie un autentico miracolo salvando il risultato. Al 24′ si affaccia in avanti la Nissa con Costanzo, uno dei migliori in campo, la sua conclusione dal limite dell’area indirizzata nell’angolino basso viene neutralizzata da Di Martino che devia in angolo. Al 37′ ancora la Nissa in avanti, sulla corsia di sinistra Ascia supera l’avversario, crossa sul primo palo ma non arriva per pochi centimetri sul pallone Sammartino che si fa anticipare dal portiere in uscita. Nei minuti di recupero ci prova Martorana direttamente su calcio di punizione, la conclusione termina di poco alta sopra la traversa.

Nella ripresa subito due cambi: Calvaruso per Albino e Marguglio per Messina. Nissa dunque a trazione anteriore che cerca con la maggiore esperienza di Calvaruso di scardinare la retroguardia locale creando la superiorità. I biancoscudati alzano il baricentro, giocando praticamente nella metà campo gialloblú e creando spazi con gli stessi Ascia e Calvaruso sulla fasce.

Positiva la prestazione del solito Baracchini, fondamentale per fare alzare la squadra grazie alla sua fisicità e alla sua presenza creando apprensione alla retroguardia licatese. Al 30′ punizione calciata dal solito Martorana, la conclusione a botta sicura, stavolta viene deviata in angolo dal portiere. Al 34′ incursione in area di Costanzo che crossa al centro dell’area, provvidenziale in chiusura Maltese, che anticipa di un soffio Baracchini a due passi dal portiere.  Un minuto più tardi si affaccia in avanti il Licata conclusione defilata di Settecase parata a terra da Pandolfo.  Da lì sino alla fine la Nissa controlla senza però affondare con un Licata chiuso nella propria metà campo a protezione del risultato. Un pari giusto quello ottenuto al Dino Liotta contro un avversario sicuramente ben messo in campo da mister Pardo ma poco incisivo in fase d’attacco come confermerà ai nostri microfoni lo stesso allenatore. Soddisfatto mister Sferrazza, per un pareggio che ci può stare, ma che lascia l’amaro in bocca in virtù del fatto che soprattutto nella ripresa la Nissa ha  evidenziato una maggiore superiorità sia fisica che sul piano del gioco. Domenica al Palmintelli arriva la corazzata Alcamo l’obiettivo sono i tre punti per continuare la striscia positiva che, sino ad oggi, ha permesso ai biancoscudati di stazionare nelle zone alte della classifica a soli 4 punti dalla vetta.

A seguire le interviste ai due allenatori Alessio Sferrazza e  Simone Pardo.

 

Commenta su Facebook