La Nissa non va oltre il pari contro il coriaceo Mussomeli

1518

(di Vincenzo Di Maria) La Nissa al debutto al Palmintelli non oltre il pari per 1 a 1 contro un buon Mussomeli. I biancoscudati scesi in campo con il consueto 4-4-2 con alcuni cambiamenti rispetto la gara di Castelvetrano come la novità del giovane Messina, cresciuto nelle giovanili, Italiano ed Ascia in campo dal primo minuto. Gara sostanzialmente equilibrata, al 10′ la prima conclusione sotto porta è della Nissa con Marguglio la conclusione al volo all’interno dell’area piccola viene parata a terra dal portiere; I manfredonici scossi alzano il baricentro migliorando molto dal punto di vista del palleggio a centrocampo.

ajaxmail-21Al 21′ ci prova, da fuori area, Giammanco la sfera termina di poco a lato. Al 26′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Marguglio serve in area Firingeli che di testa centra la porta sulla respinta del difensore irrompe Italiano che al volo spedisce il pallone di poco a lato. Al 39′ errore di Ferraro, che poteva costare caro, ma Giammanco da due passi spedisce la sfera debolmente nelle braccia del portiere. Nella ripresa Sferrazza corre ai ripari, fuori Messina (sino a quel momento il migliore in campo) per Sammartino e Ferraro per Strano al rientro dall’infortunio.  La Nissa cambia pelle, sembra più presente in avanti creando la giusta profondità con Marguglio e Ascia sulle fasce alte. Al 50′ episodio dubbio in area di rigore Pandolfo calcola male la trattoria del pallone e tocca Musarra che cade in area, l’arbitro ritiene tutto regolare e fa continuare il gioco tra le proteste degli ospiti. Tre minuti più tardi la Nissa si rende pericolosa, incursione sulla fascia di Sammartino che si libera dell’avversario crossa al centro per Strano che serve Martorana che defilato fa partire un bolide tra palo e portiere,  Ilardo è provvidenziale deviando la sfera in angolo. Sugli sviluppi del calcio dalla bandierina arriva il vantaggio biancoscudato, mischia in aerea tapin di testa di capitan Firingeli che deposita in rete. Al 57′ ancora la Nissa pericolosa con Ascia che tutto solo, anziché tirare a rete, preferisce il cross al centro facendo sfumare una ghiotta occasione per il raddoppio. Al 67′ arriva il pareggio del Mussomeli,  errore in uscita di Russello ne approfitta il neo entrato Lo Presti che dal vertice basso dell’area piccola trova l’angolino basso depositando in rete la sfera.

Due minuti dopo la Nissa spreca con Loggia che, servito dal solito Sammartino, quasi dal dischetto si fa ipotizzare da Ilardo la conclusione si stampa sul corpo del portiere in uscita. Nei minuti finali ci prova Firingeli da fuori con una borgata diretta all’angolino basso ma l’estremo difensore rossoblù compie un autentico miracolo salvando il risultato.  Termina dunque in parità con i due allenatori concordi nel risultato anche se la Nissa, soprattutto nella ripresa, avrebbe potuto passare più volte in vantaggio. Quattro gare e soli cinque punti all’attivo , è giusto chiedersi se bisogna intervenire su alcune scelte tecnico – tattiche per tentare di migliorare qualcosa soprattutto nella costruzione della manovra e della pericolosità sotto porta? Sabato la prova del nove con la sfida esterna contro la Parmonval formazione in salute che staziona nelle zone alte della classifica.

A seguire le interviste ai due allenatori Alessio Sferrazza (NISSA) e Renato Maggio (MUSSOMELI)

 

Commenta su Facebook