La miniera Bosco ancora in stato di degrado. Il sopralluogo degli attivisti: “Ci sono amianto, inerti e olii”

303

L’associazione “No Serradifalko” denuncia lo stato d’abbandono della miniera Bosco a seguito di un sopralluogo da parte degli attivisti. “La situazione peggiora di giorno in giorno con tonnellate di amianto, cumuli di materiale inerte, olii e liquidi di varia natura e documenti in balia delle intemperie”. L’associazione da anni si batte per la bonifica dei siti minerari dismessi, in particolare le miniere di Bosco e Palo, in passato anche oggetto di interventi della magistratura. Gli attivisti denunciano anche l’apertura del cancello, completamente spalancato “che permette a chiunque di accedere alla struttura”.

Ascolta qui l’intervista a Marcello Palermo dell’associazione “No Serradifalko” in onda nel radiogiornale di oggi.

Commenta su Facebook