La Lega sull’Emodinamica del Sant’Elia: “Il sindaco ha il dovere di rassicurare la cittadinanza”

527

In questi giorni si è sparsa su Facebook, e si è diffusa su Whatsapp, la notizia della presunta  proposta di declassare il reparto di Cardiologia dell’Ospedale di S. Elia Caltanissetta (già senza Primario in carica), da unità complessa ad unità semplice. La insistente notizia, da alcuni definita come “fake news” o “bufala”, sta destando legittime preoccupazioni tra la cittadinanza, in quanto comporterebbe la chiusura dell’importante servizio di Emodinamica, che attualmente permette di trattare tempestivamente l’infarto e di salvare vite umane.

Sulla vicenda interviene la Lega – Salvini Premier di Caltanissetta tramite il suo Portavoce in Consiglio Comunale, Oscar Aiello, che ha presentato al Sindaco Ruvolo un’Interrogazione Consiliare.

“Un eventuale declassamento del reparto di Cardiologia e la paventata chiusura di Emodinamica, dove vengono trattati gli infarti acuti – dichiara Oscar Aiello –  rappresenterebbe un grave rischio per la salute dei cittadini dell’intera Provincia di Caltanissetta e del vasto territorio circostante”.

“Il Sindaco – aggiunge l’esponente della Lega – è autorità sanitaria e nella qualità di rappresentante della comunità locale ha il dovere di attivarsi al verificarsi di situazioni di particolare gravità che interessano la sanità pubblica. L’Ospedale S.Elia non va depotenziato ed il Sindaco ha il dovere di rassicurare la cittadinanza nel caso in cui si tratti di notizia infondata. Oltre all’Interrogazione al Sindaco – conclude Aiello – chiederò l’audizione in Commissione Sanità del Commissario dell’ASP”.

Con l’Interrogazione la Lega ha chiesto al Sindaco Ruvolo: se la notizia della paventata chiusura del reparto di emodinamica è vera; cosa ha fatto e cosa ha intenzione di fare per scongiurare tale assurda eventualità.

Commenta su Facebook