La giunta Gambino dà il via libera all’avviso per contributi a fondo perduto a microimprese e associazioni

466

La giunta comunale di Caltanissetta dà il via libera alla pubblicazione dell’avviso per l’assegnazione di contributi a fondo perduto in favore delle associazioni sportive, operatori culturali ed attività commerciali interessate dalle restrizioni degli ultimi DPCM. Il bando si rivolge a microimprese ed è stato redatto tenendo conto dei suggerimenti delle associazioni di categoria CNA, Confesercenti, Confcommercio, Cidec, Pmi Sicilia, Fenimpresa. L’avviso è stato elaborato dal dirigente del Suap, Giuseppe Tomasella con il funzionario Michele Lopiano e il dirigente della ripartizione finanze Claudio Bennardo. Tra i requisiti è necessario essere una microimpresa per le attività economiche o titolari di un contratto di locazione per quelle sportive o aver svolto attività nel campo musicale, teatrale, artistico di interesse generale nell’anno 2019 per quelle culturali.

Gero Nicoletti per Confcommercio, Rocco Pardo per Confesercenti e Carmelo Milazzo per Cidec ringraziano l’amministrazione comunale “per avere condiviso le azioni a sostegno del tessuto economico”. Salvarore Vancheri per Pmi Sicilia esprime “un plauso all’amministrazione comunale che ha destinato un fondo da erogare tramite bando alle attività economiche colpite dalla chiusura. Certamente la misura messa in campo dall’amministrazione non sarà risolutiva ma è un segnale di incoraggiamento per la ripartenza”. Proprio su suggerimento di Pmi Sicilia nel bando ci sarà la possibilità di inserire l’elenco dei nominativi dei dipendenti posti in cassa integrazione, ai quali l’amministrazione potrà assegnare buoni spesa nell’ambito delle disponibilità economiche specificatamente destinate al sostegno delle famiglie.

Michele Giarratano per Fenimpresa dice: “L’emergenza coronavirus ha messo a dura prova l’economia nissena con tutto ciò che ne consegue. In questi lunghi mesi gli imprenditori e le loro famiglie hanno più di tutti sofferto la crisi causata dalla pandemia perciò apprezziamo l’operato dell’amministrazione Gambino in merito all’istituzione di un contributo a fondo perduto per le microimprese nissene che versano in condizione di disagio economico. Le esigenze collettive espresse dalle parti sociali sono state condivise con spirito collaborativo dall’amministrazione comunale”.

L’assessore Grazia Giammusso allo sviluppo economico ringrazia le associazioni di categoria per la collaborazione in occasione dei tavoli opportunamente costituiti: “Abbiamo condiviso le scelte indicate sul bando per il ristoro da concedere alle attività in crisi nell’interesse della città e delle attività in difficoltà. Questo spirito costruttivo proseguirà in futuro e insieme accompagneremo Caltanissetta fuori dalla crisi”.

L’assessore Fabio Caracausi allo sport: “Un’interruzione dello sport organizzato per un tempo così lungo non si è mai verificata. Il “materiale umano” è il patrimonio delle associazioni sportive, purtroppo il danno a loro arrecato sia sotto l’aspetto della crescita psico-fisica che agonistica non potrà più essere colmato. L’aspetto economico è l’ulteriore l’aggravante. I club fitness colpiti particolarmente dalla chiusura sono sicuro che alla riapertura saranno già organizzati per tornare ad offrire i migliori servizi. Il ministero dello sport e le federazioni con i ristori stanno cercando di tamponare la devastante situazione. Il bando comunale al quale gli operatori sportivi parteciperanno è un segno di vicinanza e di stima che la nostra amministrazione vuole riconoscere all’importante lavoro che svolgono nel territorio”.

L’assessore Marcella Natale alla cultura : “È sicuramente un piccolo contributo, ma è un segno di attenzione al mondo della cultura che ha dovuto interrompere le sue programmazioni ed ha tanto sofferto in questo periodo”.

L’assessore Luciana Camizzi al bilancio ricorda che questo contributo a fondo perduto “si aggiunge alle ulteriori agevolazioni ed esenzioni concesse dal Comune alle attività economiche e produttive in materia di tributi locali Tosap, Tari ed Imu per circa 1 milione e 200 mila euro per aiutare il nostro tessuto economico”.

Grande soddisfazione del sindaco Roberto Gambino per avere dato attuazione a quanto previsto dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che aveva costituito, in sede di bilancio di previsione, un fondo economico sociale da destinare alle attività colpite dalla crisi .

Commenta su Facebook