La demolizione controllata con esplosivo del viadotto Salso. Le spettacolari immagini dal drone (video)

Con la demolizione dell’ultimo tratto in prossimità dello svincolo sull’autostrada A19 si completa la dismissione del viadotto Salso sulla statale 640.

Seicentomila mila metri cubi di cemento e ferro sono stati abbattuti per far posto al nuovo tracciato. Si trattava di uno degli interventi più complessi sotto il profilo tecnico insieme alla galleria Santa Barbara e al viadotto San Giuliano. Alle operazioni di demolizione controllata tramite esplosivo, mercoledì mattina ha preso parte il sottosegretario Giancarlo Cancelleri.

“Dopo tante controversie e problematiche che hanno rallentato o bloccato i lavori su questa strada, con tanti sforzi, ricominciamo a vedere lavori completarsi da consegnare al territorio. Sapete bene che questo cantiere era letteralmente fermo, abbandonato e che rischiavamo di lasciare incompiuta un’importante opera per il territorio! I lavori, invece, procedono e da mesi ormai l’avanzamento del cantiere è sotto gli occhi di tutti” dichiara il Sottosegretario delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Giancarlo Cancelleri.
“Procediamo con la programmazione di tutto quello che resta da fare in questo cantiere, l’obiettivo continua ad essere quello di consegnare l’opera completa entro la fine del 2022” ribadisce compiaciuto e soddisfatto Cancelleri.
Sono fiducioso che il general contractor possa continuare a rispettare i termini contrattuali programmati. Caltanissetta ha subito per troppi anni l’isolamento e le difficoltà di un cantiere infinito e a tratti morto – conclude il Sottosegretario – per questo non si potranno più permettere stop o rallentamenti. Al più presto voglio vedere tutta la SS640 finita e aperta ai cittadini”.

Commenta su Facebook