La conferenza di fine anno della giunta Gambino. “Un anno difficile, chi ha chiesto aiuto ha avuto sempre una risposta”

314

“Si chiude un anno di guerra per l’amministrazione comunale”. Così il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, ha aperto la conferenza stampa di fine anno che si è tenuta mercoledì mattina in collegamento streaming con i giornalisti. La parte del leone l’hanno fatta i servizi sociali, ha spiegato il primo cittadino informando che il Comune ha introitato risorse per buoni spesa per i prossimi 4 mesi che saranno caricati direttamente nel codice fiscale dei beneficiari. “Per il 2021 – ha detto Gambino – non ci saranno aumenti della Tari”. La tariffa rifiuti rimarrà dunque invariata nonostante i maggiori costi per il conferimento dell’organico. “Ci siamo riusciti con difficoltà ma era un impegno da mantenere”, ha detto l’assessore all’ambiente Marcello Frangiamone. “Un anno in cui abbiamo dovuto dribblare i vari Dpcm con spirito di attenzione a tutte le categorie. Lo studio dei Dpcm ci ha consentito di intervenire dove c’erano spiragli – ha detto il vicesindaco e assessore allo sviluppo economico Grazia Giammusso – abbiamo avuto massima attenzione per gli operatori esclusi dai ristori come ad esempio gli ambulanti. L’amministrazione di concerto con le associazioni di categoria ha consentito lo svolgimento regolare dei mercati nel rispetto delle normative covid. E’ un successo la rimodulazione del mercato della strata a’ foglia che rende fruibili gli stalli antistanti i pubblici esercizi per consentire l’installazione dei dehors e lavorare anche in inverno”.

Tra i punti programmatici avviati e che saranno prioritari nel 2021 sono stati elencati il piano urbano del traffico, il piano urbano per la mobilità sostenibile e quello per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Altro progetto su cui punta la giunta Gambino è il primo parco mondiale dello stile di vita mediterraneo che aggrega decine di soggetti pubblici e privati con Caltanissetta capofila. Un dossier su cui è impegnato da alcuni mesi l’assessore Francesco Nicoletti.

“E’ stato un anno molto difficile – ha detto l’assessore alle politiche sociali Cettina Andaloro -. C’è stato un grande disagio a causa dell’emergenza sanitaria ma tutti coloro che hanno chiesto aiuto hanno ottenuto una risposta dai servizi sociali grazie ai fondi pubblici e alla generosità di tanti privati cittadini”.

Il patto per la lettura siglato dal Comune di Caltanissetta con l’utilizzo di spazi pubblici e privati e il potenziamento della biblioteca Scarabelli con acquisto di nuovi volumi grazie ad un finanziamento di 10 mila euro, sono stati i punti trattati nel consuntivo dell’assessore alla cultura, Marcella Natale. “Proprio per affermare tutti i valori che sono alla base del senso di città – ha spiegato l’assessore – dal mese di ottobre le pagine dei libri si sono materializzate per strada con il progetto delle saracinesche da leggere con cui Caltanissetta è diventata un luogo in cui si può riflettere mentre si passeggia. Un percorso culturale che valorizzerà la presenza della città all’interno dei parchi nazionali ricordando che siamo sede del parco letterario Rosso di San Secondo”.

L’assessore al bilancio e tributi, Luciana Camizzi, ha ripercorso le norme che durante l’anno della pandemia hanno stravolto le modalità di riscossione dei tributi locali. Le agevolazioni sulla Tosap con l’esenzione dall’11 maggio al 31 dicembre per le attività che somministrano alimenti. L’abbattimento della prima rata dell’Imu per affittacamere e per le attività colpite dagli ultimi decreti, la riduzione della parte variabile della Tari per gli esercizi pubblici costretti alle chiusure. “Queste agevolazioni hanno avuto un impatto di un milione e trecentomila euro circa per la città”, ha spiegato Camizzi.

L’assessore allo sport Fabio Carcausi ha ricordato che “lo sport è stato sicuramente il più massacrato nell’anno del Covid ed abbiamo fatto il possibile rispettando le normative. Eravamo partiti bene con il campionato regionale di mountain bike con 300 atleti partecipanti al parco Balate. Il lockdown ha comportato un crollo della attività sportive portate avanti timidamente alla fine della fase due e in estate”. Caracausi ha quindi comunicato che nel 2021 sarà realizzato il nuovo manto in erba sintetica allo stadio Tomaselli.

Commenta su Facebook